• Google+
  • Commenta
5 maggio 2012

Apri la tua mente

Secondo quanto emerge da un articolo pubblicato sul Corriere del Veneto del 30 aprile scorso per entrare a far parte del mondo aziendale non basta vantare un curriculum universitario brillante, serve la testa, i giovani devono essere open minded, devono avere la mente aperta, devono essere in grado di fare squadra e insieme pensare con la propria testa,  di instaurare rapporti umani che prescindano dalle nozioni imparate sui banchi dell’università.

Di questo parere è Alessandro Visconti, direttore del personale del gruppo Sàfilo leader del settore degli occhiali dal 1975. Visconti sostiene che sebbene sia importante, la conoscenza accademica non può non essere isolata dalla capacità di lavorare in gruppo, un atteggiamento strettamente tecnico risulta infatti essere controproducente. Il lavoro condiviso permette di ridurre i costi di produzione, favorisce il coinvolgimento dei singoli lavoratori limitandone l’assenteismo. Questa tipologia di organizzazione imprenditoriale, offre l’opportunità di rendere la produzione più flessibile e di qualità.

Ma essere open minded vuol dire anche essere pronti ad avvicinarsi a culture diverse e realtà organizzative di paesi oltre confine. Da questo punto di vista è sicuramente fondamentale un’esperienza di lavoro all’estero fortemente consigliata anche dal Direttore Generale LUISS Guido Carli al figlio in una lettera inviata alla testata giornalistica  La Repubblica il 30 novembre 2009La sua voleva essere una provocazione rispetto alla situazione di crisi lavorativa che il paese stava vivendo e che continua a vivere a distanza di tre anni. Un’opportunità fuori dall’Italia è necessaria non soltanto per l’apparente mancanza di alternative nel paese di origine ma per vedere cosa c’è fuori dal nido, e per tornare con un bagaglio di esperienza utile a capire cosa si vuole fare della propria vita, dove si è diretti e come perseguire i propri obiettivi nella maniera più adeguata. Questa è l’open minded di cui si fa un gran parlare e che è indispensabile sul lavoro come nel privato. E parti alla conquista del tuo futuro!

Google+
© Riproduzione Riservata