• Google+
  • Commenta
29 Maggio 2012

Il destino dell’essere con Emanuele Severino

Il professore emerito dell’ateneo veneziano sarà presente a entrambe le giornate

VENEZIA – “Il destino dell’essere. Dialogo con (e intorno al pensiero) di Emanuele Severino” è il titolo del convegno che domani martedì 29 maggio emercoledì 30 maggio l’Università Ca’ Foscari di Venezia dedica al maestro del pensiero contemporaneo, Emanuele Severino, oggi professore emerito dell’ateneo veneziano.

 

Domani

Aula Magna Silvio Trentin, ore 14.30

Dorsoduro 3825/e – Venezia

 

Mercoledì 30

Aula Magna Silvio Trentin, ore 9.30

Dorsoduro 3825/e – Venezia

 

Il prof. Emanuele Severino sarà presente in entrambe le giornate del convegno

 

 

Nel corso del convegno, organizzato dal Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali, nell’ambito del Prin 2009 Percorsi dell’ontologia, interverranno alcuni fra i più autorevoli interlocutori del discorso severiniano, che da tempo dialogano con il pensatore bresciano (Mauro Visentin, Leonardo Messinese, Enrico Berti, Pietro Barcellona, Natalino Irti e Vincenzo Vitiello), e gli studiosi “veneziani” Paolo Pagani, Giorgio Brianese e Davide Spanio (che ha curato la Direzione scientifica del Convegno). Il dialogo con (e intorno al pensiero di) Emanuele Severino culminerà in una speciale tavola rotonda della quale egli sarà il protagonista insieme agli allievi (Umberto Galimberti, Salvatore Natoli, Arnaldo Petterlini, Mario Ruggenini, Luigi Ruggiu, Luigi Vero Tarca, Carmelo Vigna, e poi Luigi Lentini e Italo Sciuto) che, con lui, hanno costituito (c’era anche Italo Valent, prematuramente scomparso) il nucleo originario del Dipartimento di Filosofia dell’Ateneo veneziano, oggi diretto da Luigi Perissinotto (chiamato a presiedere la tavola rotonda), imprimendogli un marchio inconfondibile e duraturo, visibile nella pluralità delle prospettive che nel corso degli anni essi hanno contribuito a irrobustire, consolidando una tradizione di studi che a Ca’ Foscari non cessa di alimentare una ricerca filosofica originale e consapevole della posta in gioco.

Severino, Emanuele. – Filosofo italiano (n. Brescia 1929). Si laurea nel 1950 con una tesi su Heidegger e la metafisica, discussa con Gustavo Bontadini. Nel 1951 ottiene la libera docenza in Filosofia teoretica. Tiene alcuni corsi all’Università di Pavia e, dal 1954-55, all’Università cattolica del Sacro Cuore di Milano, dove insegna stabilmente dal 1962. Dal 1970 è professore ordinario di filosofia teoretica nell’Università degli Studi di Venezia (ora Ca’ Foscari), dove dal 2005 è professore emerito. Attualmente, insegna Ontologia fondamentale presso la Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Dal 1975 collabora con il “Corriere della sera”. La casa editrice Adelphi ha inaugurato nel 1981 una collana dedicata alla pubblicazione dei suoi scritti. Socio corrispondente dei Lincei (1994). Vincitore di numerosi importanti premi culturali (Nietzsche, Tevere, Circeo, Guidarello, Columbus, premio per la filosofia della Presidenza del Consiglio ecc.), è stato insignito della Medaglia d’oro ai benemeriti della scuola della cultura e dell’arte (Roma, 27 luglio 1987) ed è Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana («di iniziativa del Presidente della Repubblica», Roma, 1º giugno 2001).
Opere principali: La coscienza. Pensieri per un’antifilosofia (1948); Heidegger e la metafisica (1950); La struttura originaria (1958); Studi di filosofia della prassi (1962); Essenza del nichilismo (1972); Gli abitatori del tempo (1978); Destino della necessità (1980); La filosofia antica (1984); La filosofia moderna (1984); La filosofia contemporanea (1986); Il nulla e la poesia. Alla fine dell’età della tecnica (1990); Oltre il linguaggio (1992); Tautotes (1995); Cosa arcana e stupenda. L’Occidente e Leopardi (1998); Il destino della tecnica (1998); L’anello del ritorno (1999); La legna e la cenere (2000); La gloria (2001); Il mio scontro con la chiesa (2001); Sull’embrione (2005); Il muro di pietra. Sul tramonto della tradizione filosofica (2006); Oltrepassare (2007); L’etica del capitalismo (2008); Democrazia, tecnica, capitalismo (2009); Discussioni intorno al senso della verità (2009); L’intima mano (2010); Macigni e spirito di gravità (2010); Il mio ricordo degli eterni (2011; II ed. 2012); La morte e la terra (2011).

 

Google+
© Riproduzione Riservata