• Google+
  • Commenta
3 Maggio 2012

Luciano Attolico presenta il suo libro “Innovazione Lean” al Politecnico di Bari

Bari, 3 maggio 2012 – Legato alla sua terra. Luciano Attolico, ingegnere, manager di successo internazionale ed ex studente del Politecnico non dimentica i suoi primi passi tra le aule universitarie e lo stage in azienda. Si laurea col massimo dei voti e lode in Ingegneria meccanica nel 1996 con una tesi sperimentale, legata allo stage semestrale presso la Magneti Marelli di Bari dal titolo, “Miglioramento delle prestazioni in organizzazioni complesse.Il caso Magneti Marelli”. Relatore: prof. Attilio Alto.

L’argomento di tesi segnerà in qualche modo il suo destino professionale. Il Politecnico di Bari costituirà la sua rampa di lancio. Il suo primo impiego è nello stabilimento di Bari della Magneti Marelli (che grazie allo stage ne ha apprezzato le doti), dove ha lavorato per oltre 5 anni prima di approdare alla consulenza in una società internazionale con sede italiana a Milano. Il tema dell’innovazione aziendale suscita grande interesse. Comincia il suo percorso in tutto il mondo. Perfeziona la sua preparazione negli Stati Uniti, presso la University of Michigan.

Sviluppa i principi del “Lean Thinking”, ovvero del pensare snello: cioè creare valore eliminando gli sprechi; favorire la cultura del massimo risultato con il minor sforzo. Supporta come consulente e formatore importanti aziende nazionali ed internazionali: Continental Automotive, Sacmi, Telecom Italia, Honda, Laika, Johnson Eletric, Case New Holland, Fiat Hitachi, Merloni Termosanitari, Seves, Elantas, Lucart, Ethos, Optikon e molte altre.

“Riscoprire il valore profondo dell’innovazione. È questa la sfida strategica dei nostri giorni – sostiene Attolico. Chi non sa adattarsi alle mutevoli condizioni che stiamo vivendo è destinato a fallire”. Ma cosa significa innovazione? “Ci sono diverse forme di innovazione – continua – ma quello che il cliente avverte prima di tutto è l’insieme dei prodotti e dei servizi offerti sul mercato. Questo per me è il vero cuore pulsante di aziende e professionisti. Saper fare la differenza su questi è la via per il successo individuale ed aziendale. Recuperando energie preziose, perché non si può e non si deve saper fare bene tutto. Bisogna saper generare valore, riducendo allo stesso tempo gli sprechi sia all’interno dell’azienda che nei confronti degli stessi clienti. Se innoviamo in modo pesante o complesso, in tempi lunghi, con costi eccessivi, senza curare l’intera catena del valore del nostro futuro prodotto, condanniamo l’azienda a sopportare un prezzo molto più alto di quanto spesso potrà sostenere, con sprechi inutili lungo i suoi futuri processi produttivi e logistici”.

Questi argomenti sono stati sintetizzati in un libro, “Innovazione Lean” (Edizioni Hoepli, pagg. 320, 24,90 euro), da Luciano Attolico. “Ho approfondito questo tema – dice l’autore – analizzando numerosi casi di studio aziendali. Ho messo a punto un vero e proprio sistema di strategie operative per valorizzare persone, prodotti e processi in azienda. È vitale essere innovativi, ma anche snelli per saper evitare l’azione indiscriminata ed evitare di trovarci sommersi in attività che aggiungono poco valore alle nostre aziende e ai nostri clienti. Al centro del sistema di innovazione descritto nel mio libro, ho sempre posto l’individuo. Io sono convinto che è il patrimonio intangibile, il know-how custodito nelle persone, quello non depositato in processi scritti e formalizzati, a determinare o meno il successo di un’impresa. Quindi se vogliamo far crescere le nostre aziende, dobbiamo far crescere le persone all’interno delle stesse, imparando a coniugare la produttività con il benessere degli individui. L’obiettivo è quello di fornire una base sistematica con cui legare prodotti di valore a persone, processi e tecnologie.”

Il libro verrà presentato, in anteprima nazionale a Bari, al Politecnico, lunedì, 7 maggio, ore 10:00, nell’aula magna “Attilio Alto” (campus universitario), prima della presentazione a Milano da parte della Hoepli, prevista per il 9 maggio. “L’anteprima è un omaggio alle ‘origini’ e al Politecnico ”– dice Attolico, attualmente residente a Livorno.

L’intervento dell’autore è previsto nell’ambito di una giornata studio sul tema: “Innovare con successo e a basso costo”.

Interverranno:

Prof. Ing. Nicola Costantino – Magnifico Rettore del Politecnico di Bari;

Dott.ssa Loredana Capone – Vice Presidente Regione Puglia;

Dott. Ing. Michele Vinci – Presidente Confindustria – Bari;

Dott. Ing. Luciano Attolico –  Autore del libro “Innovazione Lean” – Hoepli editore;

Moderatore: Prof. Ing. Vito Albino – ordinario di Economia e Gestione dell’Innovazione del Politecnico di Bari.

 

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata