• Google+
  • Commenta
12 Maggio 2012

Podcast didattico: premiate due scuole friulane al concorso nazionale

Udine, 11 maggio 2012 – Il Distretto didattico di Manzano, la scuola media “Elvira e Amalia Piccoli” di Cividale del Friuli e l’Istituto tecnico “Pavoniano Artigianelli” di Milano sono i vincitori del secondo “Concorso nazionale del podcast didattico nella scuola” organizzato dalla facoltà di Scienze della formazione dell’Università di Udine. Una ventina i podcast in gara, realizzati da altrettante scuole italiane, di cui sette del Friuli Venezia Giulia.

«Obiettivo del concorso – spiega il supervisore dell’iniziativa, Roberto Albarea – è sostenere e premiare la valenza educativa del podcast e la sua diffusione nelle attività didattiche. I podcast didattici sono file audio-video digitali, distribuiti attraverso Internet e fruibili su un computer o su un lettore MP3, realizzati e utilizzati da scuole, docenti e studenti per diffondere nuovi modi di insegnare, documentare, comunicare e collaborare senza la necessità di conoscere complessi linguaggi di programmazione.

La cerimonia di premiazione si è svolta oggi alla presenza del preside della facoltà di Scienze della formazione, Gian Luca Foresti; dell’assessore regionale all’Istruzione, università e ricerca, Roberto Molinaro; dell’assessore all’innovazione ed e-government del Comune di Udine, Paolo Coppola, e del direttore del dipartimento di Scienze umane, Mauro Pascolini.

Alla Direzione didattica di Manzano è andato il premio riservato alle scuole primarie grazie al podcast “Radiomigranti – Narrare la migrazione in Friuli Venezia Giulia” (coordinatore, insegnante Antonella Brugnoli). «Il tema della migrazione – spiega la motivazione – viene sviluppato in modo originale, andando oltre i consueti slogan e raccontato secondo diverse angolature». Ne emerge «la condizione della migrazione considerata come necessità, come elemento di vita, come occasione di incontro e formazione, con tutta la sua carica umana e culturale che da essa proviene».

Il premio dedicato alle scuole secondarie di primo grado è stato assegnato al podcast “Mittelteatro” prodotto dalla scuola “Elvira e Amalia Piccoli” di Cividale del Friuli (coordinatore, professor Andrea Martinis). Grazie alla collaborazione con la rete “Ragazzi del fiume”, gli spettacoli di burattini prodotti ogni anno dalle classi prime sono stati trasformati in radiodrammi da lanciare nello spazio del Didapodcast dedicato al “Mittelteatro dei ragazzi per i ragazzi”.

Inoltre, sono stati creati delle trasmissioni giornalieredurante la settimana della manifestazione e programmi in lingua friulana. «Una esperienza – sottolinea la motivazione – che si distingue per la maturazione creativa nell’usare il materiale e nel proporre messaggi, traendone alla fine un gran divertimento».

L’Istituto tecnico “Pavoniano Artigianelli” di Milano, con il podcast “Radio QueeQueg!” (coordinatore, professor Giuseppe Pelosi) si è invece aggiudicato il premio rivolto alle scuole secondarie di secondo grado.

L’opera cerca di superare le difficoltà di insegnare l’italiano e la storia in un istituto tecnico coniugando queste materie con la tecnologia.

Il premio speciale della giuria è andato alla scuola secondarie di primo grado “Angelo Brofferio” di Asti con il prodotto intitolato “podcASTIng – I ragazzi raccontano la loro città” (coordinatore, professoressa Cinzia Chelo).

Il progetto, triennale, nasce dall’esperienza della Cl@sse 2.0 dell’scuola e realizza una serie di trasmissioni che indagano i diversi aspetti e i luoghi della città.

Le quattro menzioni al merito sono state assegnate alle scuole primarie “Ippolito Nievo” di Premariacco (podcast “Barchette di carta”) e “Biagio Marin” di Trieste (podcast “Prove di doppiaggio in IV C”); alla scuola media “Michelangelo Buonarroti” di Olgiate Comasco (podcast “Chocolat 3B History”) e all’istituto “Stringher” di Udine (podcast “Le origini del decadentismo”).

Il concorso è patrocinato da Ufficio scolastico regionale, Agenzia nazionale per lo sviluppo dell’autonomia scolastica (ex Irre) delle sedi di Friuli Venezia Giulia, Veneto e Umbria, e Collegio “Uccellis” di Udine.

Partner tecnologico è “HelloMéla” di Udine.

Google+
© Riproduzione Riservata