• Google+
  • Commenta
2 Maggio 2012

Presentazione “Unibus” a Catania

Promuovere la mobilità sostenibile tra personale e studenti dell’Ateneo di Catania, agevolando chi è disposto ad utilizzare quotidianamente il bus urbano al posto dell’autovettura privata per effettuare gli spostamenti tra casa e università.

È questo il senso del progetto “Unibus” istituito dall’Università di Catania tramite il MoMaCt (Ufficio di Mobility Management d’Ateneo) in collaborazione con l’Amt (Azienda Metropolitana Trasporti Catania).

Tutti i dettagli dell’iniziativa saranno presentati alla stampa nel corso di un incontro che si terrà venerdì 4 maggio alle 11 in piazza Università.

Interverranno il presidente dell’Amt, ing. Roberto Sanfilippo e la responsabile del Momact, prof.ssa Annalisa Greco.

Quanto dura il progetto. L’iniziativa ha validità da oggi, mercoledì 2 maggio, per tutto l’anno (fino alle ore 21 del 30 aprile 2013).

Chi può partecipare a Unibus. Sono ammessi a partecipare studenti regolarmente iscritti, docenti, personale tecnico-amministrativo, ma anche contrattisti, borsisti, dottorandi in servizio.

I partecipanti possono acquistare carnet-abbonamento da 20 biglietti della durata di 60 minuti, validi per tutte le linee dell’Amt, al prezzo agevolato di 12,50 euro (circa 60 centesimi a biglietto). I carnet sono nominali (intestati al dipendente o studente), indivisibili e non cedibili ad altri e vanno esibiti su richiesta del personale Amt insieme a un documento di riconoscimento valido.

Dove si comprano i carnet. I punti abilitati alla vendita dei carnet sono l’Ufficio Abbonamenti Amt di via Sant’Euplio168, a Catania, e i Chioschi Amt di piazza Papa Giovanni XXIII (Stazione centrale) e di Piazzale Raffaello Sanzio.

Prima dell’acquisto. Per acquistare i primi quattro carnet occorrerà compilare un questionario (scaricabile anche dai siti internet www.amt.ct.it o www.unict.it/momact) sulle proprie abitudini di mobilità, che dovrà essere periodicamente aggiornato, all’interno del quale sarà possibile esprimere opinioni sul sistema di trasporto pubblico e comunicare idee di miglioramento del servizio.

Per procedere all’acquisto, inoltre, occorrerà esibire valida documentazione attestante i requisiti di “studente”, di “dipendente”, di “docente” e delle altre figure a cui è aperta la partecipazione.

 

Google+
© Riproduzione Riservata