• Google+
  • Commenta
7 Maggio 2012

Progetto Clac

S’è svolta questa sera, nell’Aula Magna dell’UniCal,  la cerimonia conclusiva della prima edizione del Progetto “ClaC”. Ai 492 partecipanti ai corsi intensivi di lingua inglese sono state consegnate le “attestazione di livello” e  le certificazioni internazionali conseguite al termine del percorso d’apprendimento. L’iniziativa formativa, promossa dall’Università della Calabria, attraverso il centro linguistico d’Ateneo, con il sostegno del Dipartimento di Istruzione Alta Formazione e Ricerca della Regione Calabria, ha visto la partecipazione dell’assessore regionale alla Cultura, Mario Caligiuri, e del responsabile scientifico del progetto, prof.ssa Carmen Argondizzo.

L’assessore Caligiuri s’è complimentato per i risultati dell’iniziativa ”che – ha detto –  attraverso l’ottima organizzazione e l’innovativa modalità d’apprendimento ha permesso a centinaia di persone  di raggiungere in poco tempo un buon livello di conoscenza della lingua inglese”. Caligiuri ha pure sottolineato la portata del progetto che, diviso in tre fasi, consentirà, entro la fine dell’anno, di formare oltre 1500 persone. “La conoscenza dell’inglese  – ha aggiunto – è fondamentale per aprirsi ad una società nella quale queste competenze sono ormai assolutamente indispensabili. Tale necessità si avverte ancora di più in Calabria che deve recuperare un gap culturale, in termini di conoscenza linguistica, con il resto d’Europa”. Caligiuri nella parte conclusiva del suo intervento ha poi passato in rassegna le diverse iniziative intraprese dall’assessorato che presiede, soffermandosi, in particolare sull’articolato programma di sviluppo delle nuove tecnologie all’interno dei programmi scolastici d’insegnamento che, a breve, coinvolgerà decine d’istituti  della regione.

La responsabile scientifica del corso, prof.ssa Carmen Argondizzo, ha invece illustrato le peculiarità del progetto “Clac” evidenziando come gli ottimi risultati raggiunti siano stati possibili anche grazie ad un team affiatato che ha lavorato alacremente. ”Inoltre – ha aggiunto – da quest’anno , grazie all’impegno dell’Assessorato regionale, abbiamo inserito dei meccanismi di premialità che hanno favorito  una sana competizione tra i corsisti risultando molto proficui per migliorare, rispetto alle edizioni passate, il processo d’apprendimento”. Hanno poi relazionato, Andrea Pugliese, responsabile area informatica del progetto “Clac” (“cla.unical.it: una “buona pratica” del CLA”), e Gaetano Orrico, dell’Area informatica, Telematica e Statistica (“Il progetto CLAC: report di valutazione”). Infine, c’è stata la consegna degli attestati ai 492 corsisti.

Google+
© Riproduzione Riservata