• Google+
  • Commenta
8 maggio 2012

Raccolta e distribuzione di pane nei municipi di Roma

Le ACLI (Associazioni Cristiane dei Lavoratori Italiani) hanno pensato di raccogliere pane e altri prodotti da forno per donarli alle persone meno fortunate; in questo periodo di crisi il progetto “Il pane a chi serve” ha riscosso grande successo non solo perchè permette di aiutare chi ne ha bisogno ma anche di non sprecare prodotti alimentari che giornalmente finiscono nelle discariche.

Al progetto partecipano, oltre alle ACLI, l‘Unione Panificatori della Confcommercio di Roma, con il finanziamento di 150 mila euro fornito da Roma Capitale e ovviamente con l’adesione dei negozianti che hanno deciso di fornire gli alimenti e le reti solidali che si occupano della distribuzione.

La cifra raggiunta dallo spreco giornaliero di pane a Roma ammonta a 200 quintali e “Il pane a chi serve ” vuole ovviare a questa problematica, il progetto è partito in via sperimentale in due municipi di Roma il IX e XI municipio con l’obiettivo di estendere l’iniziativa a tutto il territorio della Capitale.

Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha espresso la propria opinione affermando che “non si esce dalla crisi se non si fa uno sforzo anche nel cambiamento dei nostri comportamenti ed il nuovo ciclo economico di sviluppo deve ripartire proprio dalla solidarietà, dal rispetto dell’ambiente e del prossimo”.

Mentre il Presidente della ACLI, Cristian Carrara, ha dichiarato che ” il nostro obiettivo dal prossimo anno è quello di estendere il progetto a tutta Roma raggiungendo gli oltre 9000 chili a settimana di pane raccolto”.

Google+
© Riproduzione Riservata