• Google+
  • Commenta
22 maggio 2012

Unical, presentazione della “Toro Rosso” e della monoposto dell’UnIcal

Certo i “cavalli” ed il budget erano notevolmente differenti, ma la monoposto “made in Unical”, la  “Urc40th –  Anniversary” non ha certamente sfigurato al confronto della blasonata “sorella maggiore” di Formula 1, la “Str6” della scuderia “Toro Rosso”.

Parcheggiate a pochi metri di distanza, nell’area coperta dell’Auditorium, a causa della pioggia,  le due vetture hanno offerto un colpo d’occhio eccezionale agli studenti accorsi numerosi all’appuntamento.   Per loro è stato certamente un giorno da ricordare, visto che, prima di ammirare i due bolidi, hanno avuto modo di seguire una interessantissima lezione dell’ing. Fabrizio Tessicini della scuderia “Toro Rosso”. Un lungo intervento, quello fatto da uno dei migliori “cervelli” della scuderia che un tempo faceva capo alla Minardi, che non ha mancato di svelare tutta una serie di “segreti” circa le tecniche di costruzione della monoposto impegnata nel Mondiale di Formula 1. “Sono rimasto entusiasta dalla passione di questi ragazzi – ha detto Tessicini alla fine della sua relazione -, mi hanno fatto tantissime domande mostrando una grande competenza. Devo fare poi i complimenti all’Università della Calabria poiché, impegnando i ragazzi nella costruzione di una vettura da corsa, è riuscita brillantemente  a far camminare di pari passo la conoscenza teorica con l’esperienza pratica che è un fattore fondamentale per acquisire quelle competenze indispensabili per inserirsi, anche a buoni livelli, nel mondo del lavoro”.

Il riferimento di Tessicini era, naturalmente, rivolto, ai ragazzi dell’UniCal Reparto Corse, il team  che ha realizzato la “Urc40th – Anniversary”, vettura che correrà a settembre nel Campionato internazionale di Formula Sae, quello cioè riservato alle auto costruite dalle Università. Ieri, dopo tanta attesa e, soprattutto, moltissimo lavoro, la nuova monoposto è stata presentata. “Un progetto realizzato grazie soprattutto alla passione di questi giovani ed al supporto di alcuni sponsor come la stessa UniCal e la Fondazione Carical – ha spiegato il Prof. Sergio Bova, presidente dell’Ata. Questa vettura certamente potrà darci delle belle soddisfazioni nelle competizione cui prenderà parte nei prossimi mesi e, nello stesso tempo, rappresenterà un’esperienza formativa eccezionale “.

In serata il “battesimo” ufficiale della monoposto dell’UniCal che rappresenta una netta evoluzione della vettura precedente, la “BlackDevil”, ultimata nel 2009. La giornata s’è conclusa con un Dj set, molto partecipato nonostante l’inclemenza meteorologica.

Google+
© Riproduzione Riservata