• Google+
  • Commenta
12 giugno 2012

A una studiosa dell’Università di Sassari il premio nazionale per tesi di dottorato di ricercatori in Agrometeorologia

E’ stato assegnato a Ana Fernandes de Oliveira, Dottore di Ricerca in Agrometeorologia ed Ecofisiologia dei Sistemi Agrari e Forestali presso l’Università di Sassari, il premio nazionale per la migliore tesi di dottorato in agrometeorologia del 2012. Il premio è stato consegnato dal Presidente dell’Associazione Italiana di Agrometeorologia (AIAM) durante il 15° Convegno AIAM, tenutosi dal 5 al 7 giugno a Palermo con questa motivazione: “la ricerca, di notevole importanza poiché tratta in maniera approfondita la tematica della razionalizzazione della risorsa idrica, fornisce importanti potenzialità applicative per il settore vitivinicolo. Il lavoro presenta un ottimo equilibrio tra rilievi sperimentali, sviluppo e impegno di soluzioni modellistiche”. La tesi ha analizzato gli effetti di diverse strategie di irrigazione sulle risposte fisiologiche e agronomiche del vigneto e sulla qualità della produzione di Cannonau e Vermentino. Le prove sperimentali hanno evidenziato che le due varietà presentano buone capacità di recupero dell’attività foto sintetica dopo condizioni di stress idrico, da moderato a severo.

L’indagine ha verificato che tramite l’uso delle tecniche di irrigazione deficitaria, può essere conservata una quantità sostanziale di acqua, senza che ciò comporti impatti negativi sulla resa e la qualità dei frutti. Inoltre, le condizioni di stress idrico moderato favoriscono la formazione di certi composti polifenolici dell’uva, in particolare una frazione antocianina più favorevole alla stabilità del colore nella varietà annonau , potenziandone la qualità. La tesi è stata finanziata dal Ministero dell’Università del Portogallo. Il tutor della tesi è stato il professor Giovanni Nieddu, mentre la coordinatrice dell’indirizzo in Agrometeorologia ed ecofisiologia è la professoressa Donatella Spano.

Le attività di ricerca sono state realizzate con il sostegno della Regione Sardegna, il consorzio CONVISAR – Vino e Sardegna, le Agenzie AGRIS (Agenzia per la ricerca scientifica della Sardegna, la sperimentazione e l’innovazione nei settori agricolo agroindustriale e forestale) e LAORE (Agenzia per l’attuazione dei programmi regionali in campo agricolo e per lo sviluppo rurale). La dottoressa Ana Fernandes de Oliveira, grazie a una borsa di studio e ricerca, si sta occupando adesso della valutazione dell’influenza dei fattori microclimatici (luce e temperatura) sull’accumulo e composizione dei polifenoli dell’uva.

Google+
© Riproduzione Riservata