• Google+
  • Commenta
10 giugno 2012

Bari: dal Senato Accademico tagli e novità per i corsi di studio

Razionalizzare il numero di corsi di studio, potenziare il territorio con un’equa distribuzione di facoltà nelle principali città pugliesi. Ecco i due obiettivi perseguiti nell’ultima convocazione del Senato Accademico dell’Università di Bari svoltasi il 31 maggio.

E dunque, mentre dal 2012/2013 la Facoltà di Bari dovrà dire addio a 7 corsi di studio accogliendone di nuovi,  le future matricole potranno scegliere tra 117 corsi distribuiti principalmente a Bari e nelle sedi distaccate di Taranto e Brindisi.

Il connubio tra razionalizzazione e potenziamento, consiste, sostanzialmente, nel facilitare la cancellazione di corsi a scarsa fruizione per numero di iscritti, agevolando la funzionale presenza nelle città universitarie dei corsi più popolosi  e rilevanti.

Seguendo questa logica alcuni corsi minori della Facoltà di Agraria saranno soppressi insieme al corso di “Progettazione formativa nell’era digitale” della Facoltà di Scienze della Formazione e “Tecniche audiometriche” a Medicina. Seppur interessanti questi indirizzi sono carenti di iscritti e rischiano di accavallarsi  a corsi maggiori, già presenti in loco, con simili piani di studio.

Nuovi indirizzi per le Facoltà di Medicina, come il corso di laurea in lingua inglese a medicina e la riattivazione dopo alcuni anni del corso di “Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione e igiene dentale”.

Buone notizie anche per il Politecnico che, sempre in Senato Accademico, ha deliberato l’attivazione della Facoltà di Ingegneria nella sede distaccata di Foggia.

Tutte le decisioni deliberate il 31 maggio lasciano intuire quanto il rinnovo dell’assetto universitario pugliese sia prioritario. Se è infatti vero che Bari fa i conti con un’annata accademica poco nobile, tra scandali interni e calo sintomatico di iscrizioni e altrettanto vero che iniziative come quelle prese dal Senato Accademico rappresentano un primo passo verso la ripresa.

Google+
© Riproduzione Riservata