• Google+
  • Commenta
12 giugno 2012

Cinque serate alla Sapienza in onore del poliedrico Carmelo Bene

Il Centro Teatro Ateneo dell’Università Sapienza, diretto da Valentina Valentini, in collaborazione con il Centro sperimentale di cinematografia cineteca nazionale, propone una serie di incontri e di visioni, sul lavoro di confine tra cinema e teatro del grande attore e regista Carmelo Bene.

Carmelo Pompilio Realino Antonio Bene (1973-2002), è uno dei massimi esponenti della cultura italiana, considerato uno degli artisti più poliedrici nella storia del teatro mondiale, ma anche del cinema, letteratura, poesia, televisione. La rassegna, dal titolo Carmelo Bene, in-contro tra cinema e teatro, è curata da Antonella Ottai, docente del Dipartimento di Arti e scienze dello spettacolo della Sapienza e da Fabrizio Deriu, ricercatore del Dipartimento di Scienze della comunicazione dell’Università di Teramo.

L’ evento propone una serie di incontri e di proiezioni sul lavoro di confine tra cinema e teatro del grande attore e regista leccese. Saranno proiettati documenti cinematografici, documentari e cortometraggi di e con Carmelo Bene, le riprese delle prove degli spettacoli e alcuni documenti inediti tra cui: le riprese delle prove del Macbeth, con il montaggio di Maurizio Grande, che si sono svolte al Teatro Ateneo nel 1984, i documenti audiovisivi, proiettati per la prima volta, sull’incontro-dibattito tra Carmelo Bene e Eduardo De Filippo nell’ambito del corso di Drammaturgia tenuto da De Filippo alla Sapienza nel 1982 e le riprese di uno storico seminario tenuto dall’attore e regista al Teatro Argentina, insieme a Maurizio Grande e a Giancarlo Dotto.

Le opere: Hermitage (1968), Nostra Signora dei Turchi (1969), Don Giovanni (1970), Salomè (sia il film che preziosi frammenti del backstage, 1972), Un Amleto di meno (1973). Le tecniche dell’assenza (1984). Saranno, inoltre, presentati anche due lavori video di Ferruccio Marotti, con la partecipazione di Vittorio Gassman, in cui Bene affronta il tema della phoné.

Tra gli interventi cito quello di Ferruccio Marotti, ex direttore del Centro Teatro Ateneo, e quello Valentina Valentini che interverrà presentando la rassegna nella prima giornata di incontri.

L’ingresso è libero e offre l’opportunità di ottenere 1 cfu frequentando due serate, o 2 cfu frequentando tutte le serate ed elaborando, in entrambi I casi, una relazione scritta da inviare ad antonella.ottai@uniroma1.it.

L’ evento inizia lunedì 11 giugno, ore 20.00 e si protrae fino a venerdì 15 giugno sempre alla medesima ora, all’ Aula 1 della Facoltà di Filosofia, Lettere, Scienze Umanistiche e Studi Orientali. Città Universitaria, P.le Aldo Moro, 5. Roma.

Google+
© Riproduzione Riservata