• Google+
  • Commenta
11 giugno 2012

EmiliAmo: il coraggio e la forza delle emiliane

Emilia-Romagna. Il Maestrone Francesco Guccini definisce, in una sua canzone, le donne emiliane di zigomo forte ma io dico che esse di forte non hanno solo questo: hanno un forte coraggio, un temperamento inarrestabile ed un animo battagliero. È proprio da questo che il network EmilAmo prende vita, è grazie all’idea e alla voglia di fare di 100 donne, imprenditrici e negozianti emiliane, delle zone terremotate che si è creato questo gruppo. L’intento di queste combattenti è stato quello di creare un marchio capace di garantire qualità e fiducia, da parte del consumatore, al prodotto.

La fiducia e la garanzia di qualità sono finalizzati ad aspetti economici ben precisi: far sì che gli esercizi commerciali chiusi a causa del terremoto continuino a vendere i propri prodotti e sollecitare, inoltre, la ricostruzione delle zone distrutte e dei centri storici in particolare.

La coordinatrice del gruppo, Claudia Miglia, consulente aziendale, racconta ai giornali quanto questo nuovo brand sia d’aiuto non solo all’economia ma anche alle persone che vi collaborano. L’unione fa la forza, dice il detto, ed è proprio questo il motto posto a fondamenta di EmiliAmo. Esso da sicurezza a queste donne emiliane, protegge loro ed i loro prodotti dalle spaventose ombre dello sciacallaggio e della speculazione estera. EmiliAmo protegge il made in Italy, o meglio il made in Emilia, evita la produzione di fac-simili esteri proponendo prezzi giusti e qualità.

Uno dei tanti obbiettivi del marchio, forse il più pregnante ora, è quello di trovare luoghi dove le negozianti possano ricominciare a vendere. Capannoni, fondi commerciali e negozi ancora in piedi dopo le scosse, dove si possano installare  le attività di EmiliAmo, naturalmente sotto forma di temporary shop: lo scopo principale ed ultimo è la riconquista dei centri storici ora feriti.

La determinazione degli emiliani delle zone colpite dal sisma è sorprendente, tutti si dicono decisi a ribaltare al più presto questa triste situazione; L’Aquila è una presenza costante nei loro pensieri, nessuno vuole vivere un’esperienza simile, bisogna ricostruire, recuperare, ritornare al prima, migliorandosi naturalmente.

Questo, in poche parole, è il pensiero comune: non arrendersi! Questo è quello che hanno voluto dimostrare le donne di EmiliAmo con la creazione del proprio, piccolo business. Stare con le mani in mano non porta a nulla, bisogna rimboccarsi le maniche e darsi da fare per il bene comune, stare insieme, aiutarsi, perchè, sempre e comunque, l’unione fa la forza.

Per chiunque fosse interessato a saperne di più, consiglio di visitare il sito web www.emiliamo.it. Qui vi si trovano informazioni sul brand, sui prodotti e sull’e-business.

Google+
© Riproduzione Riservata