• Google+
  • Commenta
22 giugno 2012

Grasso accumulato? Ma và a morì ammazzato!

Da uno studio dell’Instituto de Ciencia y Tecnologia de Alimentos y Nutricion (ICTAN) del Consejo Superior de Investigaciones Cientificos emerge come magiare più di quattro volte al giorno e masticare piano siano legati a una minore quantità di grasso corporale accumulato. Partendo dall’osservazione di quasi 2.000 ragazzi e ragazze tra i 13 e i 18 provenienti da cinque città spagnole è risultato come i maschi che tendevano a saltare i pasti e a mangiare più velocemente fossero più predisposti ad accumulare più grasso rispetto alle ragazze abituate a consumare regolarmente colazione, pranzo, merenda e cena.

E’ risultato anche che tra i ragazzi essere sovrappeso o obesi è molto più comune, addirittura per il 75% degli esaminati, al contrario delle ragazze che, pur praticando in misura molto minore sport di qualunque tipo, risultavano solo per il 25% affette da problemi di peso.

Lo studio è stato svolto nell’ottica di una campagna di prevenzione contro l’obesità, un problema sempre più diffuso alla faccia della crisi; in Spagna in soli cinque anni il numero di persone affette da obesità patologica è raddoppiato con un aspettativa di vita diminuita di ben quindici anni. La penisola iberica è inoltre riuscita a strappare il primato mondiale di obesità infantile ai detentori storici, gli Stati Uniti; questo sembrerebbe dovuto al consumo sempre minore di alimenti freschi, ormai troppo costosi per una fetta sempre maggiore della popolazione, e il conseguente incremento di più economici junk food, piatti pronti e cibi grassi.

Google+
© Riproduzione Riservata