• Google+
  • Commenta
24 giugno 2012

Il valore della civiltà greca. La culla della civiltà occidentale

Gli Ateniesi e il loro modello di città è il titolo del seminario che avrà luogo al Museo dell’Arte Classica Odeion dell’Università Romana Sapienza, i giorni 25 e 26 giugno. L’incontro sarà dedicato allo studio della struttura della città dell’antica Atene, dal punto di vista urbanistico, politico, culturale e religioso.

Argomenti strettamente legati tra loro proprio dalla forma organizzativa cittadina. La polis, modello strutturale di città solamente greca, prevedeva l’attiva partecipazione degli abitanti liberi alla vita politica. La peculiarità della polis non era tanto la forma di governo democratica od oligarchica, ma il fatto che tutti i cittadini liberi soggiacessero alle stesse norme di diritto, secondo una concezione che identificava l’ordine naturale dell’universo con le leggi della città. Ovvero l’armonia esistente fra la polis e i componenti di esse veniva identificata filosoficamente a quella esistente in natura fra il tutto e le sue singole parti.

Ognuno trovava la propria realizzazione nella partecipazione alla vita collettiva e nella costruzione del bene comune. Atene fu la prima città del mondo ad adottare una forma di governo democratico storicamente accertata. Per la straordinaria importanza della sua storia antica e della sua cultura, dalla filosofia alla politica, dalla letteratura all’arte e all’architettura Atene è considerata la culla della civiltà occidentale.

In epoca bizantina vennero costruite, nella città e nei dintorni, numerose chiese che costituiscono un complesso particolarmente notevole per l’evoluzione delle strutture e delle piante, che vanno dalle semplici forme basilicali, alle complesse piante centrali. Durante l’occupazione romana, la situazione urbanistica di Atene non subisce molte trasformazioni, data la stima e la riverenza che Roma nutriva nei confronti di questa città considerata la culla della cultura e del sapere filosofico.

L’ evento vuole, appunto, approfondire queste caratteristiche storicamente uniche dividendo il seminario, come già accennato, in due giornate: la prima sarà dedicata al culto e alle funzioni collettive, all’ideologia civica e le testimonianze archeologiche, lo sviluppo monumentale di Atene e del Pireo e la città, mentre la seconda giornata si concentrerà sulla città tardo antica e a seguire una discussione didattica sullo sviluppo monumentale di Atene e del Pireo.

Inoltre durante l’incontro sarà presentata l’opera sulla topografia della città antica della Scuola Archeologica Italiana di Atene, volta a documentare l’impegno e l’esperienza di ricerca italiana in Grecia.

L’ingresso è libero

Appuntamento: lunedì 25 e martedì 26 giugno, ore 9.00. Aula Odeion, Museo dell’Arte Classica
piazzale Aldo Moro, 5. Roma

Google+
© Riproduzione Riservata