• Google+
  • Commenta
17 giugno 2012

Italia-Croazia: un passo indietro? Deludente partita conclusa 1-1

Italia-Croazia
Italia-Croazia

Italia-Croazia

La partita disputatasi tra Italia-Croazia ha lasciato l’amaro in bocca a tutti gli spettatori, concludendosi con un deludente uno a uno.

Eppure le cose già dall’inizio avevano preso una buona piega: a tre minuti dall’inizio del match, già Balotelli è davanti allo specchio della porta pronto per sfoderare uno dei suoi colpi migliori e anche se la cosa non andrà a segno, la sua bravura gli permetterà di riprovarci al decimo minuto.

Al diciannovesimo l’atmosfera si scalda con una parata di Buffon e diventa poi incandescente quando, al ventiseiesimo un tentativo di punizione per la Croazia svanisce in una nube di fumo. Ma è al ventinovesimo che la partita comincia a farsi interessante, quindo l’Italia spreca una bellissima quanto unica occasione a porta vuota con un Cassano un po’ incerto sul da farsi.

Grazie ad una punizione calciata da Pirlo in cecchino che riesce a far passare la palla tra la testa dei difensori, al trentanovesimo l’Italia passa in vantaggio 1-0.

Alla fine del primo tempo, l’Italia dimostra la sua supremazia con il maggior possesso di palla in gioco, il 53%.

L’inizio del secondo tempo vede, a cinquantacinque minuti, l’entrata in scena della stupidità dei tifosi più accaniti. Dei fumogeni sono lanciati nel campo, impedendo la visuale del portiere azzurro.

Al cinquantanovesimo Thiago Motta subisce un bruttissimo fallo dal capitano croato Srna e sembra che questo smonti il clima positivo che si era creata nella squadra italiana, tanto che al settantaduesimo minuto arriva il pareggio grazie al croato Mandzunick.

Ed è qui che il declino sembra iniziare, come se l’energia defluisse dai corpi dei giocatori che perdono sprint, energia, voglia di lottare. Neanche gli ultimi minuti di recupero sono serviti a qualcosa, anche se la maggior parte dei quali sono svaniti per un fallo subito da un giocatore croato forse un po’ troppo teatrale.

Finisce così una partita forse sottovalutata, ma che comunque non spegne gli entusiasmi dei tifosi.

Google+
© Riproduzione Riservata