• Google+
  • Commenta
1 giugno 2012

Crisi del Vaticano: presunto debito per il Gemelli verso fornitori

La crisi del Vaticano
La crisi del Vaticano

La crisi del Vaticano

Crisi del Vaticano e presunto debito!

L’area sanitaria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore che controlla l’ospedale Gemelli ha un debito di quasi 1 miliardo di euro, 750 milioni verso le banche e 170 milioni verso i fornitori, rischiando un crac finanziario che sembra quasi inevitabile.

A questo punto il Gemelli si deve guardare le spalle, la prospettiva del futuro sembra davvero terrificante, tra tagli del personale e degli stipendi, divisione tra università e ospedale, se non addirittura la messa in vendita dello stesso ospedale.

Già a Dicembre la regione Lazio aveva detto di voler concedere al massimo 79 milioni, ma Profiti è più ottimista e spera in un’entrata del 50% per cento della somma richiesta.

Tutto ciò non sarebbe comunque sufficiente all’estinzione del debito, che si porterebbe sui 400 milioni di euro e se questa cifra si sommasse al bilancio complessivo della Cattolica le conseguenze sarebbero davvero disastrose.

Per quanto riguarda il Gemelli in particolare, i sindacati affermano che i problemi causa di questa situazione ad oggi, sono nati ben 6 anni fa, nel 2006.

Il prossimo cda è previsto per il 20 Giugno  dovrà apparire quantomeno consolidato.

A Roma è stato aperto un fascicolo per cercare di capire come mai un istituto che fattura 80 mila euro al giorno rischia ora il fallimento.

Google+
© Riproduzione Riservata