• Google+
  • Commenta
18 giugno 2012

Madre inietta botox alla figlia di sette anni

Incredibile, assurdo, sconcertante. È difficile trovare una definizione appropriata per ciò che avvenendo a San Diego, dove una madre, con i suoi sconclusionati gesti ha varcato, e non di poco, quel sottile limite che sussiste solitamente tra normalità e follia.
Sharon Evans, ragazza madre ormai sopra la 30ina originaria di Wes London, da quanto riportato tra le pagine del The Sun, è, infatti, solita “intervenire” sull’estetica delle figlia di sette anni con siringhe di Botox e di Filler, ogni due mesi.

L’età dei giochi e delle Barbie, è prematuramente giunta al termine per la piccola Bree, destinata alla celebrità e a vincere concorsi su concorsi di bellezza, secondo le parole della madre che “giustifica” le sue “cure estetiche” affermando di essere soltanto lungimirante e preoccupata per il futuro della figlia.

Ecco dove l’ossessione per la bellezza diventa un serio disturbo psicologico che è degenerato a tal punto, da condurre questa donna ad un evidente distacco con la realtà.
Un distacco che purtroppo coinvolge anche sua figlia la quale risponde. a sua volta, alle critiche dei compagni di classe, asserendo che sono “soltanto invidiosi”.

La mancanza di un padre, le leggi non troppo severe, Sharon è riuscita tranquillamente ad acquistare tutto il necessario su internet, hanno così generato un circolo vizioso da cui sarà per loro davvero difficile uscire.

La nostra speranza è che, proprio il clamore suscitato da questa storia, possa portare le autorità preposte alla tutela dei minori ad essere più attive e di rivedere e, se necessario, ampliare il concetto di violenza e di abuso in modo da poter intervenire anche in questo tipo di situazioni.

Google+
© Riproduzione Riservata