• Google+
  • Commenta
22 giugno 2012

Summer School estiva in Cristallografia: 70 dottorandi da tutto il mondo a Como

Si conclude oggi, 22 giugno 2012, la Scuola Estiva Internazionale “Crystallography for Health and Biosciences”, organizzata dal Gruppo di Ricerca di Cristallografia e Chimica Strutturale, del Dipartimento di Scienza e Alta Tecnologia dell’Università dell’Insubria.
La scuola – svoltasi al Chiostro di Sant’Abbondio dal 18 al 23 giugno (domani è in programma per i partecipanti una gita in battello sul Lago di Como) – costituisce parte delle attività promosse per il 2012 dall’Insubria International Summer School.

Circa 70 giovani ricercatori, dottorandi e post-doc – provenienti da tutta Europa, ma anche dall’Asia, dall’Africa e dalle Americhe – si sono incontrati per ascoltare le lezioni di alcuni tra i più rinomati esperti di livello internazionale, che, nell’arco di cinque intense giornate, hanno offerto un panorama avanzato del ruolo della cristallografia in ambiti di ricerca di frontiera, come quelli farmaceutico e biologico, e per nanomateriali con applicazioni medicali.

Dopo una sessione introduttiva in cui sono state riassunte le basi della fisica dell’interazione fra radiazione e materia e della cristallografia strutturale, il programma scientifico ha previsto diverse lezioni suddivise in tre tematiche differenti, ma mutuamente complementari: cristallografia di piccole molecole, con particolare riferimento a fenomeni di polimorfismo di farmaci, metodi avanzati di analisi strutturale e aspetti forensi e brevettuali legati alla certificazione di farmaci e dei processi di sintesi e formulazione degli stessi; nanomateriali per medicina rigenerativa e drug delivery, caratterizzati con metodi sperimentali e computazionali sviluppati ad hoc; cristallografia strutturale di proteine ed altre macromolecole di origine biologica, unita a tecniche sperimentali e metodi di validazione e calcolo alternativi e complementari.

Ulteriori presentazioni su tecniche di scattering a basso angolo e su metodi di crescita di cristalli, quest’ultimi associati ad alcuni semplici esperimenti proposti ai discenti, hanno completato l’intenso programma. I docenti, alcuni dei quali di provenienza extra-europea, si sono rivelati particolarmente disponibili alla promozione delle diverse tecniche cristallografiche presentate ad un pubblico giovane, scientificamente vivace e particolarmente interessato a quanto discusso in aula (e fuori), e hanno entusiasticamente contribuito alla stesura di un libro di ca. 300 pagine, intitolato “Crystallography for Health and Biosciences”, edito da Insubria University Press (N. 48 della serie Quaderni).
Grazie al generoso contributo di IISS e di Associazioni Scientifiche Nazionali e Internazionali (International Union for Crystallography, European Crystallography Association, Associazione Italiana di Cristallografia e International Center for Diffraction Data) e di alcuni sponsor industriali, sono state offerte diverse borse di studio per studenti di varia provenienza, che hanno avuto la possibilità di visitare l’Ateneo e la città di Como, e di instaurare proficui rapporti di collaborazione didattica e scientifica.

Non ultime, una partitella di calcio a 7 (docenti contro studenti), e un paio di occasioni conviviali di carattere informale, hanno ulteriormente costituito un momento di aggregazione tra tutti i partecipanti, prodromo di interessanti future interazioni di carattere scientifico.

Google+
© Riproduzione Riservata