• Google+
  • Commenta
22 giugno 2012

Una smorfia da Guinness World Records per 10000 dollari

Il Guinness dei primati, meglio conosciuto come Guinness World Records, raccoglie i record mondiali (provenienti sia dal mondo naturale che da quello umano) dal lontano 1955. La bizzarra ma curiosa idea venne a Hugh Beaver (amministratore delle birrerie Guinness) durante una battuta di caccia alla volpe. Durante la caccia, si meravigliò della velocità di alcuni uccelli e gli balenò la curiosità di stabilire chi meritasse il titolo di “uccello più veloce” esistente in tutta Europa.

Da quel momento il Guinness World Records è un susseguirsi di primati decisamente particolari. Dalle unghie più lunghe del mondo, alla lingua più lunga del mondo per arrivare al Mojito più grande del mondo con i suoi ben 1300 litri di rum e menta; record tra l’altro tutto italiano.

Sfogliando dunque le pagine del libro che raccoglie i fenomeni, certamente non ci si annoia anzi c’è da rimanere sbalorditi specie se si legge il buffissimo record di un signore cinese conseguito recentemente. Il 43enne di Chengdu City è stato “eletto” campione mondiale di smorfie.

L’uomo ha ultimato la sua tecnica allenandosi per oltre sette anni (sette anni di smorfie chissà quanti bambini avrà reso felici) tanto che il suo volto è ora in grado di assumere delle espressioni non solo singolari e stravaganti ma decisamente difficili se non si possiedono dei muscoli facciali allenati a dovere. L’uomo inoltre si dice consapevole del suo record e si ritiene l’unico in grado di detenerlo e a riprova della sua convinta unicità ha indetto una disputa nella quale mette in palio ben 10000 dollari per chi si dimostri in grado di superarlo.

Quando si dice “metterci la faccia”.

Google+
© Riproduzione Riservata