• Google+
  • Commenta
5 luglio 2012

Consegna del premio “Una vita per l’Italiano” a Giulio Rapetti Mogol

Sarà il grande paroliere italiano Giulio Rapetti Mogol a ricevere venerdì 6 luglio alle ore 14 nell’Aula Magna di Ca’ Dolfin il prestigioso premio “Una vita per l’Italiano” in occasione della conclusione del XII ciclo del Master Itals di primo livello dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Alla consegna seguirà un’intervista-concerto di Fabio Caon, docente dell’ateneo veneziano a Mogol.
L’intervista-concerto prende spunto dal volume “L’italiano parla Mogol: imparare l’italiano attraverso i testi delle sue canzoni” che Caon ha pubblicato per Guerra Edizioni.

L’intervista sarà strutturata come una continua alternanza tra testimonianze di Mogol sulla sua esperienza di autore e l’esecuzione dal vivo di Fabio Caon e i suoi musicisti di alcune delle sue famose canzoni in collaborazione con alcuni tra i più importanti nomi della canzone italiana.

L’intervista-concerto sarà quindi un modo innovativo per riflettere, attraverso la spinta emotiva della canzone dal vivo, sul ruolo delle canzoni nella trasformazione della lingua italiana e sulle potenzialità dell’insegnamento dell’italiano attraverso le canzoni.

Il premio “Una vita per l’italiano” è stato consegnato nelle precedenti edizioni anche a Tullio De Mauro e Francesco Sabatini.

L’ingresso all’aula magna è fino ad esaurimento posti con prelazione per i partecipanti del Master Itals. I posti disponibili sono già tutti prenotati.

A Ca’ Foscari un professore ha intuito le potenzialità della canzone d’autore per l’insegnamento della lingua italiana agli stranieri. Ormai da tempo Caon si occupa di edutainment (entertainment education) una modalità sempre più utilizzata nella didattica che consiste nella commistione tra insegnamento ed intrattenimento per interessare maggiormente i ragazzi e far leva sui loro interessi per facilitare l’apprendimento.
Fabio Caon, docente di Didattica della Letteratura presso l’Ateneo veneziano insegna presso il Master ITALS dell’Università Ca’ Foscari e ha composto per il progetto “Parole in viaggio” canzoni specifiche per la didattica.
Attraverso le attività didattiche  basate sulle canzoni orginali di Caon, si può imparare grammatica, cultura e letteratura italiana attraverso l’ascolto delle canzoni e oltre a questo vengono anche proposte attività interculturali e creative (tradurre i brani in altre lingue e ricantarli, fotografare, realizzare video, dipingere sulla base delle suggestioni della canzone,  ecc.).
Da poco, Caon ha aggiunto con grande successo anche la novità delle lezioni concerto, conferenze su un tema in cui si alternano momenti di lezione tradizionale sulle poetiche dei vari autori e dei loro legami con la storia, la cultura e la letteratura italiana a momenti musicali con un gruppo dal vivo.
Nessuno aveva fatto questo a livello universitario, aveva cioè cercato in maniera scientifica ma divertente di insegnare una lingua, raggiungendo attraverso l’uso delle canzoni d’autore l’aspetto cognitivo e l’aspetto emozionale. Le canzoni mantengono in equilibrio un fine didattico e un aspetto artistico in un connubio tra musica e lingua assolutamente innovativo.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy