• Google+
  • Commenta
13 luglio 2012

Firmato l’accordo tra gli Atenei di Catania e Cartagine e la Fondazione Cutgana

«Il tutto – come spiegato dal prof. Angelo Messina, presidente della Fondazione Cutgana – per favorire lo sviluppo di scambi scientifici e pedagogici sull’asse italo-tunisina».

Un accordo che impegnerà gli enti coinvolti nella cooperazione per la gestione dei corsi di formazione erogati a livello universitario, dei master e dei dottorati accreditati dagli Atenei di Catania (tramite il Cutgana) e di Cartagine (con riferimento alla Scuola nazionale d’Architettura e Urbanistica) e la Fondazione Cutgana, oltre alla partecipazione congiunta a progetti di partenariato con le imprese presenti in Tunisia.

La convenzione è stata sottoscritta dal dal rettore dell’Università di Catania Antonino Recca, dal prof. Messina e dal presidente dell’Università di Cartagine Lassaad El Asmi, alla presenza del direttore del Cutgana Maria Carmela Failla, del componente del cda della Fondazione Cutgana, Paolo La Greca e del consulente giuridico dell’Ateneo di Cartagine Yahyaoui Hichem.

«Questo accordo – ha evidenziato il prof. Messina – permette di allargare i rapporti di collaborazione che il Cutgana già da anni porta avanti nell’area del Mediterraneo. La convenzione con Cartagine, infatti, fa seguito a quella con la Libia, già stipulata 2 anni fa, e ne precede un’altra, in fase di definizione, con l’Università rumena di Costanza».

«La cooperazione con l’Ateneo catanese – ha affermato il presidente El Asmi – che nel corso di questi anni ha fatto dell’osmosi tra impresa privata e ricerca e della multidisciplinarietà i suoi punti di forza, non può che portare vantaggi anche alla nostra istituzione».

Google+
© Riproduzione Riservata