• Google+
  • Commenta
28 luglio 2012

Ipertensione in gravidanza: un pericolo per la madre ed il neonato

La preeclampsia nota anche come gestosi è una forma di ipertensione che può colpire le donne in stato interessante. Si parla di ipertensione in gravidanza quando la pressione arteriosa sistolica è maggiore di 140 mm/Hg e/o la pressione arteriosa diastolica è maggiore di 90 mm/Hg.

Un recente studio dal titolo “Preeclampsia: No longer solely a pregnancy disease”, pubblicato su “Pregnancy Hypertension” e condotto da Andrea Luigi Tranquilli, direttore della Clinica Ostetrica e Ginecologica dell’ Università Politecnica delle Marche (Ancona) sottolinea i possibili rischi per il nascituro e per la madre stessa.

In un’ intervista sul “Corriere della Sera” l’ autore della ricerca ha infatti affermato che questa forma di ipertensione “non può essere più considerata un problema solo ostetrico, ma anche internistico: la preeclampsia, oltre a essere la causa principale di mortalità e malattia nella madre nel periodo prenatale, è un fattore di rischio per lo sviluppo di numerose patologie nel resto della vita“.

La madre ipertesa ha una maggiore probabilità di subire una morte prematura o eventi cardiovascolari gravi come ictus o infarto. E’ più a rischio di ipertensione, trombosi venosa, insufficienza cardiaca, diabete di tipo due, ipotiroidismo e problemi cognitivi.

Nello stesso tempo i bambini nati da gravidanze in cui si sia verificata una preeclampsia potrebbero essere soggetti durante la vita ad ipertensione, diabete, disturbi neurologici, ictus e patologie mentali.

L’ unica maniera per impedire seri danni è una diagnosi precoce. Il consiglio, quindi, dei medici è quello di controllare regolarmente la pressione prima della ventesima settimana se si è già sofferto di preeclampsia in un’altra gravidanza, se si ha la pressione minima superiore a 90 mm/hg, se si soffre di una malattia renale, diabete o se la gravidanza è multipla. Fattori di rischio sono anche l’obesità ed il sovrappeso.

 

Fonte immagine: http://www.pregnancymiracle-book.net/

Google+
© Riproduzione Riservata