• Google+
  • Commenta
12 agosto 2012

Breaking Bad, la serie tv dell’anno

Breaking Bad è una serie americana ideata da Vince Gilligan e trasmessa a partire dal 2008 negli Stati Uniti. Protagonista è un professore di chimica, Walter White, che, pur essendo un genio nel campo, è ridotto all’insegnamento in una scuola superiore del New Mexico. Quando il medico gli diagnostica un cancro ai polmoni non operabile, con un’aspettativa di vita di due anni, qualcosa scatta nella mente di Walter, il quale decide di sfruttare le sue conoscenze chimiche per produrre e cucinare metanfetamine. Al suo fianco si troverà un suo ex studente, Jesse Pinkman.

Breaking Bad, oggi arrivata alla quinta stagione  è stata premiata con numerosi Emmy Award. Il maggior merito va sicuramente ai due protagonisti, Bryan Cranston (Walter) e Aaron Paul (Jesse), che riescono a dare vita a due personaggi fantastici, apparentemente in forte contrasto tra loro. Il primo Walter che conosciamo, infatti, è un professore frustrato e soggiogato dal doppio lavoro per questioni economiche; la malattia lo porta a rivedere completamente non solo il suo atteggiamento nei confronti della vita, ma, addirittura, le proprie convinzioni morali. Si inserisce così in un mondo che non gli appartiene, un mondo completamente diverso, dove un professore di una scuola superiore non potrebbe sopravvivere per più di un’ora. Anche i rapporti con la famiglia cambiano; la moglie Skyler (Ann Gunn) e figlio WaltJr (RJ Mitte) si accorgono che qualcosa è cambiato, ma si concentrano più sulla malattia, cercando di convincere Walt a farsi curare e a lottare per la vita, ignari del suo nuovo “mestiere”.
Intorno al nucleo famigliare ruotano altri personaggi: Jesse, Hank (marito della sorella di Skyler, che, guarda caso, lavora nella DEA, l’agenzia antidroga) e Marie, moglie di Hank. A seguire una serie di narcotrafficanti che si interessano sempre più ai prodotti cucinati da Walt, in quanto purissimi.

Bryan Cranston è in grado di portare sullo schermo il dolore, sia fisico che mentale, di una sofferenza così grande; allo stesso tempo i dubbi morali che lo attanagliano, lo costringono a cambiare ogni giorno in peggio, perdendo parti del vecchio Walt. La serie tv è diretta magistralmente e regala anche dei momenti divertenti, al limite del grottesco. Ogni puntata riesce a tenere alto il ritmo, con momenti di tensione che si alternano a momenti più malinconici e tristi: affrontare il tema della malattia non è semplice, soprattutto quando si parla di cancro. Viene però messa in luce una reazione possibile, uno scatto d’orgoglio misto a un filo di follia, un tentativo di vivere – nel vero senso del termine – proprio quando, invece, viene data una fine prossima alla tua esistenza. A fondo di questa scelta c’è sì l’idea di guadagnare molti soldi, ma anche il desiderio di dimostrare qualcosa, di affermarsi. Lo sviluppo della trama si fa interessante quando per i due protagonisti cominceranno i primi veri problemi da risolvere, i quali costringeranno i due a mosse inaspettate…

In Italia va in onda la terza stagione sul satellite sul canale AXN e in chiaro su Rai 4.

 

Fonte foto: sky.it

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy