• Google+
  • Commenta
11 agosto 2012

Caos a Fiumicino: spunta il nome del turista ai raggi X

Qualche giorno fa ci eravamo occupati del caso del turista addormentatosi sul nastro trasportatore dell’aeroporto internazionale di Roma e persino scannerizzato dalle macchine per il controllo della sicurezza.

Oggi siamo in grado di dire qualcosa di più del norvegese, si chiama Oysten, ha 33 anni ed era venuto in Italia per fare surf sulle onde di Fregene ma al momento di tornare a casa, complice qualche birra di troppo, il giovane si era addormentato accanto alla sua valigia sul tapis roulant del terminal 3, rimanendovi per più di quindici minuti e mandando totalmente nel caos lo scalo romano.

Il presidente dell’Enac, Vito Riggio, ha rilasciato più volte dichiarazioni in difesa della sicurezza dell’aeroporto  sottolineando come siano in atto tutti i dovuti accertamenti del caso.

E Oysten? Il giovane norvegese dopo 10 giorni di ricovero all’Ospedale Grassi di Ostia, ricovero necessario dopo l’esposizione ai raggi X, pare sia ritornato a Oslo, nonostante risulti irreperibile. Dalle poche notizie trapelate dall’ospedale sappiamo che è appassionato di surf e arti marziali ed era venuto in Italia proprio per cavalcare le onde del litorale romano e che, per fortuna, i suoi genitori nei giorni scorsi sono venuti a Roma per riportarlo a casa.

Nel frattempo l’aeroporto di Fiumicino è da giorni nel caos con viaggiatori costretti a sopportare gravi disagi e a dormire per terra. Proprio in questi giorni a causa dei continui ritardi è persino scoppiata una rissa in aereo che ha visto coinvolti un passeggero impaziente  e il pilota che ha subito una contusione ad un polso.

Fonte foto: besttoursofitaly.com

Google+
© Riproduzione Riservata