• Google+
  • Commenta
6 agosto 2012

Giorgio Albertazzi sarà Giulio Cesare

Venerdì 3 Agosto Roma tornerà indietro di 1000 anni per riportare a nuova vita la tragica storia del Giulio Cesare di Shakespeare.

La storia narrata dal celebre scritture britannico è ambientata in una Roma scura e tetra, dove aleggia la nera aura di una tragedia che sta per compiersi, l’odore del sangue che verrà versato e l’instabilità umana che raggiungerà i suoi massimi picchi con personaggi indecifrabili e ricolmi di austeri sentimenti. La finzione scenica, portata in auge presso il Globe Theatre di Roma, promette di essere fedele al dramma ricostruendo quelle atmosfere tetre e claustrofobiche, riportando in vita quei personaggi con l’ausilio di maschere appositamente create dall’artista Michele Guaschino e costumi e scenografia che si ispirano a quelli del tempo così da ricreare fedelmente quei luoghi e quelle atmosfere e far entrare lo spettatore in una storia vecchia di 1000 anni.

A rendere tutto ancora più sopraffino è il livello degli interpreti diretti dal regista Daniele Salvo e capeggiati dal grande Giorgio Albertazzi, nel ruolo di Giulio Cesare, al comando di altri 30 personaggi, tra interpreti e comparse, che ricreeranno il dramma che ha segnato la storia dell’impero romano col sangue della faida tra un padre e suo figlio.

La tragedia sarà in scena dal 9 al 26 Agosto presso il Globe Theatre di Roma, nato per volere della Fondazione Silvano Toti, che si avvale della direzione artistica di Gigi proietti e del patrocinio di Roma Capitale, immerso nel verde e nella pace di Villa Borghese.

A questo link potete trovare nel dettaglio il cast e la presentazione dell’opera da parte di Daniele Salvo in persona.

Roma torna ai tempi che l’hanno resa la capitale del Mondo per rappresentare l’austerità dell’animo umano e a noi spettatori non resta che assistere e riflettere

(fonte immagine: “Wikimedia Commons”)

Google+
© Riproduzione Riservata