• Google+
  • Commenta
24 agosto 2012

Università di Padova a Bressanone: dedicata a Guido Ferro l’Aula Magna della Casa della gioventù

Guido Ferro, nato a Este nel 1898, consegue nel 1920 a Padova la laurea in Ingegneria Civile idraulica. Docente di Costruzioni Marittime, diventa preside della Facoltà di Ingegneria nel biennio 1947-1948. Dal 1949 al 1968 sarà Rettore dell’Ateneo padovano. Nel suo mandato promosse la costruzione del nuovo Policlinico, della nuova sede della Facoltà di Agraria, degli istituti di Chimica organica, di Elettrotecnica e di Elettronica. Nel periodo di rettorato fu acquistato Palazzo Capitaniato per farne la sede della Facoltà di Magistero, si crearono le nuove sedi delle Facoltà di Scienze Politiche, degli Istituti di Geografia e di Lingue. Si realizzarono i campi sperimentali di Legnaro, il laboratorio dell’acceleratore di ioni e furono istituiti i Collegi Universitari “Morgagni “ ed” Ederle”.

Da un punto di vista scientifico Guido Ferro studiò sperimentalmente, nel laboratorio della Facoltà di Ingegneria di Padova, il moto dei materiali incoerenti per effetto di onde stazionarie, problema che è alla base della salvaguardia e della protezione dei litorali. Ferro, in più scritti, affrontò il tema della sopravvivenza e dell’attualità economica di Venezia e formulò alcuni modelli di difesa esterna dei principali porti italiani. Nel campo geotecnico fu autore di indagini sulle arginature del Po, sul canale di navigazione Padova-Venezia e sulle opere di fondazione di edifici industriali e civili e dell’aeroporto  “Marco Polo” di Venezia.

Lunedì 27 agosto alle ore 16.30 nella Casa della Gioventù universitaria, in via Rio Bianco 12 a Bressanone, il Magnifico Rettore dell’Università di Padova, Giuseppe Zaccaria, sarà presente alla cerimonia d’inaugurazione dell’Aula Magna dedicata al professor Guido Ferro.

Successivamente, dalle ore 18.30, al Centro Cultura e Congressi Forum Brixen-Bressanone di via Roma 9, l’Ensamble Vivaldi de “I solisti veneti”  terrà un concerto offerto dalle Associazioni “Amici dell’Università di Padova”, di Bressanone e di Padova, con musiche di Mozart, Vivaldi, Tartini, Rossini, Paganini e Ponchielli.  L’Ensamble Vivaldi de “I solisti veneti” è composto da Lucio Degani, violino, Chiara Parrini, viola e viola d’amore, Gian Carlo Divacri, viola, Giuseppe Barutti, violoncello, Clementine Hoogendoorn, ottavino, Paolo Grazia, oboe, Lorenzo Guzzoni, clarinetto, e Claudio Scimone, clavicembalo.

Fino al 31 agosto, dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00, è aperta la mostra sui sessant’anni dell’Università di Padova a Bressanone allestita al Forum e patrocinata dal Comune di Bressanone.

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy