• Google+
  • Commenta
30 settembre 2012

Filosofia: Cartesio e Spinoza

La conoscenza della morale è per spinosa ciò che consente di perfezionare la propria natura (fine morale). Solo chi conosce la propria posizione all’interno del sistema della natura è veramente virtuoso. Ciò conduce spinosa a pensare che la libertà non consista nel libero arbitrio, bensì nell’adesione immancabile al bene, che si identifica con dio. Ma Dio coincide con l’ordine necessario della natura. Dunque libero è colui che si identifica con la necessità universale, colta in un atto d’amore intellettuale di Dio, che genera la beatitudine. cartesio e spinoza

Google+
© Riproduzione Riservata