• Google+
  • Commenta
9 settembre 2012

Gli Alieni e limiti dell’Uomo

 

La vita è un’incognita impenetrabile, un sentiero algoritmico da esplorare e decifrare con l’ausilio della fede. I misteri che adombrano l’esistenza scalfiscono il volto della verità, le sue scanalature profonde e intense, le sue sublimi ed universali leggi. Tuttavia, un’esistenza priva di enigmi non avrebbe alcun candore. La vita è stupore. Il mistero, invece, ha il pregio di rendere la realtà meno ostile di quanto possa apparire. L’universo pullula di enigmi da svelare.

L’umanità, con il supporto della scienza e della tecnologia, ha una sublime missione da portare a termine: comprendere i più reconditi e affascinanti dilemmi dell’esistenza al fin di preservare e tutelare l’esistenza stessa.

Fin dai tempi più remoti, l’uomo ha tentato di trovare riposte esaustive che potessero porre fine ai dogmi della nascita dell’universo e delle origini della vita. A partire dal 1947, invece, l’umanità ha intrapreso un nuovo ed esaltante percorso conoscitivo : la scoperta di altre forme di vita intelligenti. Sebbene siano trascorsi più di sessanta anni dai famosi avvistamenti di Roswell, la scienza non è ancora riuscita ad individuare le prove necessarie e sufficienti a dimostrare l’esistenza degli alieni.

Di recente, il cosmologo inglese e autore del libro I Sei Numeri dell’Universo, Martin Rees ha rilasciato dichiarazioni a dir poco interessanti.  Il docente dell’Università di Cambridge, ha affermato che entro il 2025 l’umanità saprà se esiste la vita extraterrestre :” Il problema è che cerchiamo qualcosa che ci assomigli, dando per scontato che abbia sviluppato la tecnologia e la matematica come noi, ma sospetto che là fuori ci possano essere vita e intelligenza in forme che non siamo in grado di concepire”.

Il presidente della Royal Society, l’Accademia nazionale inglese delle scienze, ha messo in evidenza i limiti della tecnologia umana e le difficoltà relative alla potenziale comprensione di forme d’intelligenza più evolute : “Ci possono essere alcune domane che il nostro cervello non potrà mai capire, allo steso modo in cui gli scimpanzé non riescono a capire la teoria quantistica. Questa è l’evoluzione e noi esseri umani non siamo il culmine di questo progresso sulla terra. Forse dovremo aspettare fino a che possiamo imparare da alcuni alieni che potrebbero essere più avanti di noi”.

In poche parole, anche gli enigmi concernenti il mondo extraterreste potrebbero non esser risolti con grande facilità. Ai posteri l’ardua sentenza.

 

Fonte Foto: http://ufoonline.it

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy