• Google+
  • Commenta
6 settembre 2012

Homo di Denisova: parente dell’Homo Sapiens?

L’albero genealogico della nostra specie è ricco di parenti, più o meno simili a noi: tuttora, però, dopo vari millenni, esistono ancora parecchi misteri avvolti attorno all’evoluzione del genere umano e che attendono soltanto di essere svelati. Per tale motivo la scoperta di frammenti e ossa di ominidi vissuti in epoche remote, una volta analizzati, possono apportare un grande contributo nell’ambito degli studi antropologici.

Questo è ciò che è successo, ad esempio, ad alcuni ricercatori dell’Istituto Max Planck di Lipsia, in Germania, i quali si sono trovati di fronte ad un’importante scoperta che potrebbe mettere in discussione alcune teorie finora sviluppate dagli scienziati.

Lo studio dei ricercatori tedeschi è strettamente legato al ritrovamento della giovane ragazza di Denisova, o meglio, di ciò che ne rimane dopo tanti millenni. Grazie ad un frammento di mignolo e ad un paio di molari, gli esperti, capeggiati dal dott. Svante Pääbo, hanno potuto estrarre il genoma dell’ominide ed esaminarlo nei minimi dettagli, scoprendo interessanti informazioni che non solo lo riguardano in prima persona (come il colore degli occhi e dei capelli) ma coinvolgono anche l’uomo moderno e i suoi antenati.

Secondo i risultati dello studio, infatti, l’Homo denisoviano, sebbene fosse visibilmente meno sviluppato a livello cognitivo rispetto all’Homo sapiens, gli assomiglia sotto molti altri aspetti: non a caso i ricercatori hanno riscontrato delle analogie tra i geni dell’ominide e quelli delle popolazioni moderne situate in Papua Nuova Guinea.

L’ipotesi degli esperti è che i due gruppi di primitivi, assieme ad un altro gruppo composto da uomini di Neanderthal, si siano incontrati nella stessa area, e cioè appunto nella zona delle grotte di Denisova, dove sono stati poi rinvenuti i resti della ragazza. Qui, secondo gli scienziati tedeschi, le varie specie umane hanno condiviso il territorio e si sono quindi incrociate fra di loro, dando forma agli antenati dell’uomo moderno.

La ricerca, pubblicata sulla nota rivista scientifica Science, in futuro potrà costituire il punto di partenza per studi più approfonditi a riguardo: ciò che è chiaro finora, però, è che la ragazza di Denisova non può essere più considerata soltanto come una lontana parente dei nostri antenati, ma come una vera e propria sorella dell’Homo Sapiens.

fonte immagine: www.monzunonelcuore.blogspot.com

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy