• Google+
  • Commenta
2 settembre 2012

I batteri condizionano la vita sociale delle Iene

I batteri presenti nelle ghiandole odorifere delle iene possono essere regolatori chiave della comunicazione intraspecifica.

I risultati, presentati nel numero corrente di Scientific Reports, mostrano una chiara relazione tra la suddivisione in clan delle iene e le comunità microbiche che si trovano nelle loro ghiandole odorifere.

Una componente fondamentale del repertorio comportamentale di ogni animale è un sistema di comunicazione efficace“, ha detto Kevin Theis, co-autore dello studio con Kay Holekamp, zoologo MSU.

Questa è la prima volta che gli scienziati hanno dimostrato che diversi gruppi sociali di mammiferi possiedono diversi odori, legati all’azione di diverse comunità batteriche. Queste comunità producono firme chimiche uniche, che le iene sono in grado di distinguere, grazie al loro sviluppato olfatto.

Ricerche precedenti hanno dimostrato un ruolo importante svolto dai microbi nella digestione e in altre funzioni corporee. E ‘anche noto che la maggior parte dei mammiferi utilizza gli odori per segnalare una vasta gamma di caratteristiche, tra cui sesso, età, stato riproduttivo e l’appartenenza al gruppo.

Oggi sappiamo che anche nella percezione degli odori, nella definizione di un territorio la simbiosi con i batteri gioca un ruolo fondamentale.

Sulle pianure erbose del Kenya, Theis ha raccolto informazioni sui tipi di batteri presenti in campioni di secrezioni dall’odore pungente, depositate sui fili d’erba dalle iene. Le analisi dei campioni hanno rivelato ceppi batterici molto simili per quanto riguarda le iene appartenenti ad uno stesso clan, mentre tra clan differenti,si riscontrava una varietà notevole delle comunità microbiche

Lasciare un odore simile, per individui di uno stesso clan significa risparmiare moltissimo tempo nella marcatura del territorio, che diviene così compito del gruppo e non del singolo individuo”,ha detto Theis.

Inoltre, grazie alla condivisione degli stessi batteri, quindi alla produzione degli stessi, o quasi, odori, diviene molto più semplice riconoscersi all’interno dello stesso clan ed evitare scontri cruenti con elementi di clan estranei.

Insomma sembra proprio che il benessere delle iene sia dovuto anche ai batteri simbionti, che ne condizionano indirettamente i rapporti sociali.

Immagine tratta da http://animaliblog.com

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy