• Google+
  • Commenta
1 settembre 2012

L’Estetica dell’intellettuale

Come si fa nell’ epoca del livellamento e del controllo di ogni fuoriuscita ad essere al contempo indipendenti, affascinanti, impegnati e frivoli?

Se l’ intellettuale non è proprio la tendenza diventa se non altro un tratto distintivo che ne rende l’ essenza pura genialità. BHL sono le iniziali di Bernanrd- Henri Lévy, nato in Algeria da una famiglia ebrea sefardita e naturalizzato francese.

Naturalizzato per intenderci anche nei costimi da agrée da i quali i francesi non prescindono. Così dopo una laurea all’ Ecole normale supérieure inizia una carriera da giornalista entro l’ élite più ambita di Combat, il giornale fondato da Albert Camus.

Oltre alla carriera c’ è poi l’ impegno in India, Bangladesh e la promozione dell’ intervento in Bosnia. Il risultato di una critica profonda della cultura dominante sfocia nel movimento dei “Nuovi filosofi critici delle dottrine comuniste e marxiste e contro il Sessantotto del quale è a capo.

Il nuovo filosofo non è altro che colui che constata La barbarie à visage humain. Qualcuno che pur visto come radical chic, prosegue nella ricerca profonda della realtà in cui crede, ritenendo la soddisfazione di sé il mezzo migliore per stare al mondo. Tutto il resto è contorno, la politica interna, la vita privata, sono equilibri e scelte raggiungibili solo successivamente alla realizzazione del sé anche a costo di avanzare con paura se “ a non avere paura è solo chi non ha immaginazione” come disse L.F. Céline.
Il coinvolgimento nelle questioni politiche e filosofiche del suo tempo è il motivo della fondazione Nouveau Philosophes che  è valso a BHL il titolo di consigliere di governo durante il sarkozismo poiché dai Best- seller Lévy  ha trasmutato in realtà le sue teorie. La qualifica d’ indipendente ha invece il volto di una duplice accezione, quella  di una non scelta aprioristica sul colore del governo e quella dell’  alternanza d’ interesse dalla politica alle relazioni internazionali dalla letteratura all’ amore, cosa che forse ha fatto sì che prendesse tutto con profonda frivolezza.

Se le idee non vanno dal filosofo sarà egli ad andare da loro, in tutte le forme che la realtà loro riserva.

 

fonte foto: ipeace.us

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy