• Google+
  • Commenta
10 settembre 2012

Università Albanese e provvedimenti internazionali

Il sistema scolastico del Sud-Est Europa sta iniziando ad essere messo in discussione: il 25 luglio, il primo ministro albanese Sali Berisha ha richiesto una completa revisione dei criteri con cui gli studenti universitari possono laurearsi o conseguire dottorati.

Università Albanese

Università Albanese

Sostenendo di primaria importanza il passaggio da quantità a qualità di lauree conseguite nel territorio, specialmente nella zona balcanica, il primo ministro ha ammesso:

“Se continuiamo con queste modalità, prima o poi ci ritroveremo con una maggioranza di dottori in confronto ai lavoratori non laureati.”

” I diplomi non hanno un valore effettivo, sono solamente diplomi. Questo ha anche un impatto sulla qualità dell’istruzione e delle conseguenze socio-economiche a lungo termine -(che si ripercuoteranno sul paese-NdR).” afferma  Deme Hoti, professore di filosofia all’università di Pristina durante un’intervista al SETimes.

Questa decisione di rivedere la struttura universitaria albanese è stata presa per diversi motivi.

Il primo, molto chiaro dalle affermazioni del Primo Ministro Berisha e del professore D.Hoti, giustifica un passaggio obbligato che molti paesi stanno affrontando: la crescita esponenziale degli studenti ha portato ad un’altro livello l’alfabetizzazione causando, però, la diminuzione dei lavori definiti “di manovalanza“. A seguire la decisione del governo di tagliare posti di lavoro nelle università, diminuire il numero di corsi e di studenti e spiegare l’accaduto come misura anti-crisi.

Questo fenomeno si sta puntualmente verificando in quasi tutta L’europa, compreso lo Stato Italiano. Tagli, riforme e nuovi ordinamenti.

A questo punto le domande sono molte:

Perché spingere gli studenti che escono dal liceo a proseguire gli studi con un’istruzione superiore?

Perché  i giovani che escono dalle scuole e che vanno a lavorare per necessità vengono identificati come non adeguati a conseguire una laurea?

Perché il provvedimento del governo sembra essere sempre un taglio ai posti di lavoro anziché un aumento degli stessi?

Altro motivo, che si può desumere andando a caccia di notizie sull’Albania, è lo scandalo dell’Università privata Kristal a cui è stata sospesa la licenza; oltre a diverse figure di spicco della politica albanese, qui si sarebbe laureato anche Renzo Bossi. Nel maggio di quest’anno, l’intervento del ministero ha dimostrato come quest’università abbia accettato congrui pagamenti per l’ottenimento di una laurea in poco tempo.

Inoltre, il motivo principale sembra essere il ranking internazionale che viene effettuato su tutte le università del mondo. In effetti viene dimostrato tramite dati del sito ufficiale Webometrics come le università albanesi siano scese dalla graduatoria fino ad arrivare molto vicino al fondo.

Sembra giusto visto che l’Albania presenta un sistema a dir poco caotico; le università private -la maggior parte non accreditate- hanno la meglio su quelle pubbliche, ben strutturate ma purtroppo mal funzionanti.

Ancora una volta, in ambito universitario, viene dimostrata da parte di un governo la necessità di una competitività maggiore e il riconoscimento di un’incapacità ad organizzare il mondo dell’istruzione e quello del lavoro – fondamentalmente campi sociali identici e conseguenti.

L’Italia, come la Russia o altri stati in cui sia presente un grado di alfabetizzazione elevato, si è ritrovata alle strette: oltre agli studenti e ai lavoratori che si sono lamentati della mancanza di alcune riforme e degli sbagli di altre, i politici che si susseguono in Parlamento risentono anche della complicazione diplomatica che implica l’inferiorità di un sistema adeguato di istruzione e di introduzione al lavoro.

Di conseguenza la Loro capacità nel trovare soluzioni sbrigative va a discapito della classe studentesca e lavorativa che si è dovuta adattare al modus operandi della società laureandosi tardivamente o accettando qualsivoglia posizione lavorativa purché fornisca il denaro per mantenersi.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy