• Google+
  • Commenta
24 ottobre 2012

Esposizione ai pesticidi; seminario con il prof. Finkelstein

Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – Esiste una correlazione tra l’esposizione ai pesticidi e il processo eziologico di patologie quali la sclerosi laterale amiotrofica e la leucemia infantile? A tale domanda si cercherà di dare risposta nel corso di un seminario, promosso dall’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, che avrà come relatore il neurotossicologo prof. Yoram Finkelstein. Appuntamento a Modena giovedì 25 ottobre 2012.

L’attività di ricerca ha evidenziato infatti una correlazione tra l’esposizione della popolazione e dei lavoratori professionalmente esposti ai pesticidi ed il possibile loro coinvolgimento nel processo eziologico di due importanti patologie: la sclerosi laterale amiotrofica, studiata dal gruppo di lavoro dell’Ateneo-AUSL di Modena composto dai neurologi prof. Paolo Frigio Nichelli e dott.ssa Jessica Mandrioli e dall’epidemiologo prof. Marco Vinceti, e la leucemia infantile, nell’ambito di una collaborazione tra il prof. Paolo Paolucci e lo stesso prof. Marco Vinceti.

L’incontro, promosso dalla Scuola di Dottorato in Medicina Clinica e Sperimentale e della Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva in collaborazione con la Clinica Neurologica, si terrà giovedì 25 ottobre alle ore 16.00 presso l’Aula grande di Farmacologia (via Campi 287) a Modena e vedrà il neurotossicologo e neuroepidemiologo prof. Yoram Finkelstein, docente all’Università Ebraica di Gerusalemme e alla Vanderbilt University Medical School del Tennessee e Direttore del Servizio di Neurotossicologia dello Shaare Zedek Medical Center di Gerusalemme, tenere il seminario dal titolo: “Environmental exposure to organophosphate pesticides: neurobehavioral effects in children and adults – Esposizione ambientale ai pesticidi organofosforici: effetti neuro comportamentali in adulti e bambini”.

“Studi recenti – afferma il prof. Marco Vinceti dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – suggeriscono come la SLA e la leucemia infantile, due patologie assai diverse tra di loro ma che sembrano riconoscere alcuni fattori di rischio ambientale comune, possano in alcuni casi essere dovute all’esposizione a pesticidi e tale ipotesi è attualmente oggetto di studio anche nel nostro contesto locale. Inoltre, è noto come categorie di pesticidi come i composti organofosforici possano indurre effetti neurotossici ed alterazioni comportamentali, generando problematiche di rilievo sia in ambito clinico che di sanità pubblica. Particolare importanza assume pertanto l’opportunità di ascoltare uno dei maggiori ricercatori che operano su queste tematiche nel panorama internazionale, il prof. Yoram Finkelstein, col quale è stata recentemente definita una significativa collaborazione di ricerca in ambito neuroepidemiolgoico”.

Fonte Foto

 

Google+
© Riproduzione Riservata