• Google+
  • Commenta
3 ottobre 2012

“Help!”, il videogioco educativo

Udine, 3 ottobre 2012 – Il Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina dell’Università di Udine (Hci Lab) ha ideato e realizzato, con finalità di istruzione e addestramento, un innovativo video gioco che consente di sperimentare le proprie abilità nell’aiutare le persone disabili in situazioni di emergenza. “Help!”, questo il nome del video gioco che appartiene alla categoria dei serious game, è stato messo a punto in collaborazione con la Consulta Regionale delle Associazioni dei Disabili del Friuli Venezia Giulia (C.R.A.D.). L’applicazione è disponibile gratuitamente su Facebook all’indirizzo http://www.facebook.com/HelpTheSeriousGame.

«I serious game – spiega il direttore del Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina, Luca Chittaro – sono lo strumento più recente ed innovativo per la formazione, in ambiti che spaziano dal militare all’aziendale, ma il nostro è l’unico serious game al mondo dedicato alle emergenze che coinvolgono persone disabili. Inoltre, non è riservato a un pubblico di specialisti e può essere proficuamente usato da qualsiasi utente Facebook».

Nei vari livelli del video gioco attualmente disponibili, l’utente si trova di fronte a eventi come un terremoto o un incendio con l’obbiettivo di aiutare un disabile in sedia a rotelle nell’evacuazione di un edificio. Il livello iniziale è una palestra di addestramento che, sotto la guida di un Vigile del Fuoco virtuale, permette di apprendere le nozioni necessarie per il raggiungimento dell’obbiettivo. Le linee guida insegnate si basano su quelle ufficiali raccomandate dai Vigili del Fuoco (http://www.vigilfuoco.it/allegati/biblioteca/legge_disabili.pdf). I livelli futuri del serious game considereranno anche altri tipi di disabilità e di emergenze.

«Ogni giorno le persone costrette su una sedia a rotelle devono affrontare ostacoli imprevisti – afferma il rappresentante della Consulta Regionale delle Associazioni dei Disabili del Friuli Venezia Giulia Mauro Morassut – e questo videogioco realizzato dall’Ateneo friulano offre la possibilità di imparare in modo semplice, ma efficace, come condurre una persona in carrozzina e superare i gradini. Inoltre, vista la sua alta valenza sociale, potrebbe essere utilmente impiegato nelle scuole per sensibilizzare i giovani nei confronti della disabilità».

“Help!” è l’ultimo risultato, in ordine di tempo, delle attività nate dal progetto di ricerca “Servizi avanzati per il soccorso sanitario al disabile basati su tecnologie ICT innovative” coordinato dal Laboratorio di interazione uomo-macchina dell’Ateneo e cofinanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia. Il progetto studia le possibilità di migliorare il servizio di emergenza agli utenti disabili attraverso l’uso di tecnologie informatiche. Sono coinvolti nell’iniziativa la Centrale operativa 118 Udine – Elisoccorso regionale FVG, l’Istituto di Medicina fisica e Riabilitazione “Gervasutta” di Udine e la Consulta regionale associazioni dei disabili del Friuli Venezia Giulia.

Nell’ambito del progetto sono stati anche realizzati un sistema informatico (Presydium) che utilizza il web per migliorare il soccorso sanitario al disabile, un ambiente virtuale (Emsave) per l’addestramento alle procedure di emergenza su pazienti disabili e un sistema mobile (Slec) per la comunicazione tra soccorritori e pazienti sordi.

 

Fonte Foto: Ufficio comunicazione, stampa e web Università degli Studi di Udine

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy