• Google+
  • Commenta
4 ottobre 2012

La Federico II e il suo ingresso nel mondo della robotica

Nasce l’ associazione internazionale Euroboticsc aisbl associazione che mira a sostenere le aziende impegnate nel campo della robotica. La Federico II entra tra i trentacinque finanziatori finanziatori.

Un tempo i robottini erano una fantasia, una realtà lontana anni luce da noi. Al giorno d’oggi invece, i fratellini di Wall.e, celati sotto le spoglie più disparate, sono diventati parte integrante della nostra vita. Il loro sviluppo e la loro propagazione sembra essere destinata a crescere in maniera esponenziale nel tempo, tanto è che la Ce ha deciso di fornire quanto più appoggio possibile, alle aziende impegnate nel settore. Da qui la nascita di un associazione, destinata a tutelare ed aiutare, tutte le aziende impegnate nel settore .

Eurobotics aisbl è un associazione internazionale senza fini di lucro il cui scopo principale sono quelli di promuovere in Europa: Ricerca, Sviluppo e Innovazione della Robotica così come rafforzarne la percezione positiva a livello di opinione pubblica; a tal fine, ‘Eurobotics’ si impegnerà a realizzare, in collaborazione con l’Unione Europea, un azione di sostegno a favore delle aziende europee di settore, nel raggiungimento di sempre più ampie quote annuali del mercato globale dei robot, attualmente stimato in 15.5 miliardi di euro.

Un’industria robotica forte è fondamentale per la futura competitività dell’Europa. La crescita del nostro settore della Robotica significa nuovi posti di lavoro e un forte settore manifatturiero europeo”.

Queste le parole pronunciate dal vice-presidente per l’Agenda Digitale, Neelie Kroes, rappresentante della CE al momento della firma d’intesa con il presidente dell’associazione, il Dottor Bernd Liepert di Kuka Labs , nell’intervista pubblicata su unina.it.

Stando ad un recente sondaggio voluto dalla dalla CE, più di due terzi dei cittadini dell’UE (70%) hanno una percezione positiva dei robot; la maggioranza conviene sul fatto che: “Sono necessari perchè possono eseguire lavori che sono troppo faticosi o pericolosi per gli esseri umani” (88%), e che: “Sono benefici per la società perché sono di ausilio agli esseri umani” (76%).

Trentacinque soci fondatori, tra soci di ricerca e soci industriali, hanno sottoscritto lo statuto dell’associazione, tra cui va ricordata la Federico II che di certo non poteva perdere l’occasione di entrare tra le grandi della scienza , e che è rappresentata dal professore Bruno Siciliano, coordinatore locale del progetto di ricerca europeo omonimo ‘Eurobotics’ che ha dato vita all’iniziativa.

La cerimonia di chiusura delle operazioni inerenti al progetto, si terranno a Napoli, il 20 e il 21 Febbraio 2013. Parteciperanno all’evento i rappresentanti del direttorato A- Componenti e sistemi della ce, che ha finanziato il progetto.

 

 

fonte foto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy