• Google+
  • Commenta
8 ottobre 2012

L’ eredità di Steve Jobs: un anno dopo

Il 5 ottobre del 2011 moriva Steve Jobs e ad un anno dalla sua morte, il dibattito circa la sua inestimabile ed indiscutibile eredità non pare essersi affievolito. Probabilmente come ogni grande uomo, anche Steve Jobs, ha decisamente segnato la nostra epoca e nonostante le persone muoiano e gli oggetti si rompano, il mito vive oltre il tempo.

Per tale occasione, alla penna di Controcampus risponde Andrea (per ovvi motivi non dichiareremo il vero nome del ragazzo), studente di Scienze e tecnologie della comunicazione all’Università degli studi di Roma La Sapienza, appassionato di tecnologia e amante incondizionato della casa di Cupertino.

Andrea ci offre il suo punto di vista in merito alla sempre più affermata Apple-mania.

D: Andrea, faresti un confronto tra la percezione della tecnologia tra ieri e oggi con l’avvento della Apple-mania?

R: “ Prima la tecnologia e quindi l’uso di Internet e telefoni cellulari, era qualcosa da raggiungere e spesso per molte persone era addirittura un concetto vago e astratto; oggi la tecnologia si è insediata nelle nostre vite, è intrinseca e senza neanche accorgercene la presenza della tecnologia nelle nostre vite ha quasi assunto sembianze umane come se fosse un familiare o un amico…

D: ... e per quanto riguarda la Apple?

R: ” La Apple non è semplicemente un marchio, è uno stile di vita. Per molte persone (forse troppo superficiali) avere un iphone equivale ad essere alla moda ma questo è il rischio che si corre ogni volta che viene proposto un prodotto; anche nel campo della moda succede e quindi un iphone è semplicemente un oggetto che fa tendenza. Per chi (come me) vede in quell’oggetto qualcosa di più di un semplice accessorio moda, sa bene che un prodotto Apple è il mondo in una mano.

D:  Quindi, perchè comprare un iphone?

R: ” Perchè in maniera semplice si ha accesso al mondo interattivo e all’ambito sociale. Le barriere spazio temporali non esistono più e questa è una cosa geniale e sconveniente allo stesso tempo. ”

D: Perchè dici che è “sconveniente”?

R: ” Perchè un eccesso di tecnologia (e in questo caso il mio pensiero è generico) pregiudica notevolmente la comunicazione e i rapporti sociali. Spesso si distorce il mondo reale, il mondo sensibile. Negli ultimi tempi è spaventoso l’abuso di tecnologia e ancora più spaventoso è il fatto che se ne faccia un uso spregiudicato sin dalla più tenera età ed ecco anche perchè l’infanzia e l’adolescenza di oggi non sono più l’età spensierata e goliardica di una volta. “

D:  Steve Jobs ha lasciato 10 anni di appunti… Secondo te che cosa accadrà dopo? 

R: ” Per ora il terreno è completamente spianato, Jobs ha lasciato direttive sul futuro e credo che si continuerà a seguire la sua linea anche se il suo genio non avrà eguali. Steve Jobs non è stato uno “sterile inventore” e sebbene non abbia avuto il piacere di condividere nulla con lui (ride) penso che la sua grande mente sia stata il frutto di una grande personalità, di un grande sacrificio. ”

D: Non è certo un mistero il fatto che la competizione tra la Apple e gli altri marchi sia molto forte e spesso i prodotti Apple sono stati ritenuti non alla pari di altri prodotti… perchè?, è realmente vero che un prodotto Apple non regga in confronto con altri marchi?

R: ” La competizione di mercato è molto forte ed è anche giusto che sia così perchè competizione è sinonimo di possibilità di scelta. La scelta è fondamentale ma sono dell’idea che chi desideri un prodotto di qualità, efficienza e innovazione debba affidarsi esclusivamente alla Apple. La Apple ha raggiunto dei livelli che difficilmente si supereranno.

D: Un aspetto negativo della Apple rispetto a qualche altro marchio? 

R: ” Sinceramente il prezzo spaventa però è giustificato dal prodotto, dal materiale, dall’assistenza. Per quanto riguarda l’assistenza sono rimasto sorpreso perchè sono tempestivi ed efficienti e se l’errore è loro non esitano a riparare. Ho avuto bisogno di assistenza ma per uno sbaglio che loro hanno commesso e mi hanno inviato a casa una lettera di scuse addirittura (ride). Comunque, da appassionato di tecnologia ho avuto molte esperienze con diversi marchi e ho spaziato circa marchi e modelli non solo di cellulari ma anche di computer e la Apple per me rimarrà la migliore.

Che susciti apprezzamenti o meno, l’importanza di Steve Jobs e del suo lavoro nell’era tecnologica e mediatica per eccellenza è di indiscutibile rilevanza. Ad un anno dalla morte il suo lavoro continua a far discutere e chissà per quanto altro tempo ancora farà parlare di se.

 

Fonte foto

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy