• Google+
  • Commenta
1 ottobre 2012

Zara’s e i segreti del glocal

Il “fenomeno Zara indica la strategia di un marketing di casa spagnola appartenente al gruppo Inditex, un brand che oltre a fronteggiare la crisi economica per la quale sentiamo aziende cedere ogni giorno, le passa accanto con una linea di profitto in verde.

Guidata da Amancio Ortega, Zara si pone a modello di riferimento per il settore tessile e di abbigliamento a ben vedere a prescindere da età e sesso. I principali punti di forza di Amancio’ s Company sembrano essere riuniti entro la capacità del brand di rispondere ai bisogni emersi dai consumatori.

Si tratta in realtà di un Trattato di sociologia che unisca le conoscenze di base dell’ economia politica con le più semplici proiezioni sociologiche sulle aspettative del consumatore. I bisogni degli Zarini sono soddisfatti attraverso :


La rapidità e flessibilità nella produzione che è garantita da Zara grazie a un sistema informatizzato centripeto e centrifugo che permette un ricambio continuo dei capi all’ interno di un sistema logicamente orientato, smart e veloce per trasmettere la Circolazione delle informazioni in tempo reale;


Il mutamento della moda d’ abbiglimento che implica un allineamento di Zara al mood dei consumatori e la predisposizione di esso attuata con l’ ausilio dei 200 designers scolarizzati al sistema di domande e aspettative;


La collaborazione con partner esterni  che a partire da un controllo centrale della qualità e attraverso una relazione collaborativa e di fiducia permetta il mantenimento di un livello costante di marchio e di aspettativa. Uno dei segreti di Zara è in effetti che della collaborazione con un gruppo selezionato di partner esterni abbia fatto la propria forza;


La competitività dei prezzi che attraverso 
 le economie di scala sono il principale strumento di Zara che fa della leva prezzo la sua fede;


Glocalismo dei mercati esterni, perché Zara si pone in evidente ricerca continua di partnership
 con i distributori locali;


L’ impatto visivo perché la politica targata Zara ritiene che il negozio debba innanzitutto entrare in contatto visivo con il cliente potenziale, in questo caso
 attraverso grandi pareti bianche elementi metallici, massiccio uso di vetri e legno, secondo lo stile dell’ architetto Jordi Bernado, altro elemento della lunga trama partner- friendly di Ortega. Queste le pillole di economia politica che fanno di Zara il brand immanente del momento.

fonte foto

 

Google+
© Riproduzione Riservata