• Google+
  • Commenta
28 novembre 2012

Conclusa con successo la Campagna HyMeX

Università dell’Aquila – Dal 5 settembre al 5 novembre 2012, nell’ambito del progetto internazionale HyMeX, al quale partecipano la Francia, Spagna, Germania ed Italia, il CETEMPS (Centro di Eccellenza Tecniche di TElerilevamento e Modellistica Numerica per la Previsione di Eventi Meteo Severi) ha organizzato una campagna di misure che ha avuto come siti osservativi il Centro Italia (Abruzzo – Lazio), il Triveneto, la Liguria e l’alta Toscana.

La campagna ha avuto lo scopo di ampliare le conoscenze della dinamica e termodinamica di eventi precipitativi severi, al fine di migliorare le previsioni idro – meteorologiche.

A questo scopo sono state eseguite misure da terra sui tre siti in Italia, di cui uno gestito dal CETEMPS, con radar meteorologici, pluviometri, disdrometri e stazioni di superficie.

Oltre alle reti di monitoraggio da terra, i sistemi temporaleschi sono stati osservati attraverso voli dedicati degli aerei Falcon20 e ATR. Il Falcon, equipaggiato con radar meteorologico e strumenti per misure microfisiche, ha volato in prossimità dei sistemi convettivi, lanciando anche ‘dropsondes’ per analizzare il profilo della troposfera.

L’ATR, invece, è stato utilizzato per documentare i flussi sui bassi strati che alimentano i fenomeni precipitativi. Inoltre, palloni sonda del ‘boundary layer’, lanciati dall’isola di Minorca, sono stati utilizzati per raccogliere ulteriori importanti misurazioni sulle correnti sud-occidentali, che spesso interessano il Mediterraneo Occidentale.

Durante la campagna è stato allestito presso il CETEMPS – Dipartimento di Fisica, Università degli Studi dell’Aquila, un centro per la previsione meteo-idrologica (VOC – Centro Osservativo Virtuale), che ha fatto da referente per i tre siti di misura italiani ed ha coordinato a livello nazionale, in collaborazione con i colleghi francesi, spagnoli e tedeschi, le attività di misura da terra e da aereo.

Durante la campagna, il VOC, coordinato dalla Prof.ssa Rossella Ferretti, è stato punto di riferimento nazionale per diversi enti. Si è così creato un gruppo di lavoro di ampie competenze, attraverso il quotidiano incontro e confronto tra diversi soggetti della comunità meteo-idrologica nazionale, in particolare meteorologi e ricercatori, in un contesto internazionale.

Nell’ambito degli enti di ricerca hanno partecipato: Cnr (Isac, Ibimet, Imaa), Cetemps, Die Università Sapienza – Roma, Cima, Ispra, Enea, Università Parthenope – Napoli, TeSAF Università di Padova, Università della Basilicata, e la partecipazione di NCAR e NASA (USA).

Nell’ambito dei Servizi meteorologici, idrologici e ambientali, hanno preso parte: Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, Osmer-Arpa, Fvg, Arpav, Arpa Piemonte, Arpa Emilia-Romagna Servizio Idrometeoclima, Arpal, Lamma, Centri funzionali Regione Abruzzo, Umbria e Marche.

Nell’attesa di indire una conferenza stampa ufficiale, in cui verranno illustrate in dettaglio le attività svolte, si ringraziano tutti i partecipanti e gli enti che hanno contribuito, in particolare la Regione Abruzzo, a rendere possibile lo svolgimento della campagna HyMeX.

Info: rossella.ferretti@univaq.it.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy