• Google+
  • Commenta
26 novembre 2012

Cucina e letteratura, connubio niente male!

Avrete di certo notato il grande boom di libri che mescolano l’arte culinaria con le tipiche caratteristiche letterarie e narrative. Si tratta soprattutto di testi ambientati in ristoranti, pasticcerie, e affini, che spesso pongono al centro della storia una giovane o meno giovane donna che riesce a realizzare i suoi sogni e, dunque, a realizzare se stessa, tramite le sue creazioni culinarie.

Per citare alcuni titoli molto attuali, facciamo riferimento ai seguenti libri:

–         Piccoli limoni gialli, che ho avuto il piacere di leggere di recente; è edito in Italia da Mondadori, l’autrice è Kajsa Ingemarsson che ha avuto tantissimo successo con questo vero e proprio bestseller. La protagonista di questo romanzo è Agnes, una giovane maitre che assiste al declino del suo piccolo mondo: dapprima perde il lavoro dopo che il suo capo tenta di molestarla, viene mollata dal fidanzato fedifrago e riceve brutte notizie anche dalla sua famiglia. Nonostante le difficoltà, Agnes riprende in mano la propria vita, portando avanti la passione per il suo lavoro e in tutto questo riuscirà a trovare anche un nuovo amore.

–         Un soffio di vaniglia tra le dita, di Meg Donohue (edito da Garzanti) è il libro che sto leggendo in questo periodo e che sto trovando davvero piacevole e scorrevole; la protagonista è Annie, bravissima nel preparare cupcakes. E proprio questi gustosissimi dolci la portano ad avvicinarsi alla sua amica di infanzia Julie con la quale, per una serie di vicissitudine e screzi, ha rotto i ponti da anni. Il libro mescola amicizia, amore e pasticceria in un contesto moderno e in qualche modo vicino a noi;

–         La cucina dei desideri segreti di Darien Gee (Piemme) ha inizio con un dono a sorpresa, un dolce trovato davanti casa con un bigliettino e uno strano lievito da usare per dar vita al dolce in questione. Si innesca una catena che coinvolge un po’ tutti gli abitanti della città che si improvvisano, per l’occasione, pasticceri. Spezzare la catena non porta sfortuna, se non quella di perdere la possibilità di fare nuove amicizie; varie donne, con dolori e segreti alle spalle, saranno coinvolte e aiutate proprio da questo bizzarro evento.

La nostra lista potrebbe continuare all’infinito, tra i tantissimi titoli che affollano le librerie italiane, e non solo, che seguono questo filone narrativo: da Cupcake club a Un amore di cupcake, passando per La cucina degli ingredienti magici e Giorni di zucchero fragole e neve. Insomma, c’è davvero l’imbarazzo della scelta!

Ma cosa porta i lettori a scegliere questo genere e gli autori a darsi da fare in questo contesto letterario? Indubbiamente, hanno un ruolo importante nel fenomeno in esame i tanti programmi tv di cucina, di cake design e affini. E ancora le riviste, le serie tv e i tanti corsi professionali che stanno conquistando sempre più spazio e visibilità. Gli italiani, e non solo, stanno testimoniando un ritorno alla creatività in cucina e alla voglia di mettersi in gioco partendo da pentole e fornelli.

Google+
© Riproduzione Riservata