• Google+
  • Commenta
31 gennaio 2013

Agevolazioni Elezioni 2013 – Sconti e Riduzioni Treni, Aerei, Navi, Autostrade per andare a Votare: Come funziona

Elezioni amministrative – Agevolazioni Elezioni 2013:

– Sconti per andare a votare previsti per studenti, per lavoratori e per fuorisede;

– Sconti per chi viaggia per andare a votare; 

– Agevolazioni per viaggi ferroviari, autostradali e aerei;

Vediamo Come funzionano le Agevolazioni Elezioni 2013

Per le elezioni politiche, previste per domenica 24 e lunedì 25 febbraio, sono previste agevolazioni di viaggio, a favore degli elettori che si recheranno a votare nel proprio Comune di iscrizione elettorale.

Agevolazioni Elezioni 2013 per chi viaggia in treno

Per chi si muove sul territorio nazionale, il biglietto del treno subirà una riduzione del costo di partenza del 70%: il viaggio deve essere fatto fra il 16 febbraio e non oltre il 7 marzo. Eguali restrizioni sono previste per le elezioni amministrative.

Le Riduzioni riguardano i viaggi di seconda classe e livello Standard per i Frecciarossa per i residenti in Italia:

  • riduzione 70% sui biglietti per treni media-lunga percorrenza nazionale (Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca, Intercity, IntercityNotte e Espressi) e servizio cuccette;
  • riduzione 60% sui biglietti per treni Regionali.
  • tariffa Italian Elector per chi si trova all’estero. L’agevolazione viene applicata su un periodo massimo di 20 giorni.Per i viaggi internazionali il periodo è esteso a 2 mesi. Il periodo di venti giorni comprende i 10 giorni che precedono il penultimo giorno di votazione e i 10 giorni che seguono l’ultimo giorno in cui è permesso votare, per l’andata si include il giorno di votazione che è escluso, invece, per il viaggio di ritorno. Per i biglietti internazionali il limite dei 20 giorni è esteso ad un mese.

[adsense]

Per i residenti all’estero si operano alcuni ‘distinguo’. Trenitalia – dalla Svizzera e dall’Austria – ha previsto un biglietto con uno sconto del 70% per gli adulti ( escluso il servizio cuccetta e vagone letto DeLuxe. Ma in Francia e Spagna sui treni delle società Elipsos (Spagna-Italia) e Trans Veolia Transdev (Italia-Francia) non è riconosciuta l’agevolazione per gli elettori residenti all’estero.
La Germania, invece, ha un regolamento tutto suo. Per i collegamenti con i diretti notturni viene rilasciato un biglietto a data aperta e tariffa chilometrica fino al confine italiano, ma non ci sono riduzioni o sconti! Arrivati in Italia scattano gli sconti previsti con la tariffa ”Italian Elector”. Il viaggio di andata può essere egualmente intrapreso  fino a un mese prima dell’apertura dei seggi e fino ad un mese dopo la sua chiusura. Il biglietto a tariffa “Italian Elector” per i treni del servizio nazionale (Intercity, Ic notte, Eurostar, FB, ES*, AV) viene rilasciato all’estero  e copre la tratta interessata fino al Comune in cui si vota (ma non deve essere convalidato prima di entrare in territorio nazionale).

Per i treni regionali invece l’acquisto avviene in biglietterie e agenzie di viaggi. Basta esporre la Cartolina Elettorale che riporti il tipo di agevolazione consentita, altrimenti l’utente potrà chiedere un rimborso al Consolato (fino al 75 % sul prezzo-base) ma non usufruire della riduzione mentre intraprende il viaggio.

Cambio del biglietto:

• Per i treni del servizio nazionale il cambio dei biglietti di andata e ritorno per elettori può essere richiesto una sola volta dal giorno d’emissione e fino ad un’ora successiva alla partenza del treno prenotato. In biglietteria in quest’ultimo caso altrimenti anche in agenzia di viaggi. Se l’importo dovuto è superiore a quello già corrisposto è dovuto il pagamento della differenza di prezzo, mentre se il prezzo dovuto è inferiore, viene accordato il rimborso della differenza (trattenuta del 20% o del 50% prevista a seconda del momento in cui viene effettuato il cambio, eccezion fatta per  il prezzo minimo non rimborsabile).
• Per i treni Regionali Il cambio dei biglietti di andata e ritorno per elettori può essere richiesto una sola volta, nel periodo di validità dello stesso.

Più semplici i cambi con Trenitalia che riceve la richiesta di rimborso in qualsiasi biglietteria abilitata. Per alcune tratte brevi il rimborso invece non è previsto: il costo sostenuto per i biglietti internazionali viene restituito solo se superiore a 10 euro.

Ai viaggiatori si consiglia di tenere con se Documento d’Identità, tessera elettorale ( con attestazione di voto per il viaggio di ritorno) e biglietto che segnali tutte le agevolazioni o gli sconti di cui si gode.

Se dimentichiamo la tessera elettorale?

Al viaggiatore che dichiara di essere sprovvisto di tessera elettorale deve essere fatta sottoscrivere una dichiarazione sostitutiva, ai sensi degli artt. 46 lett. i  e  49 del D.P.R. 445 del 28/12/2000 e deve essere rilasciato un biglietto per viaggi di andata e ritorno  con lo sconto previsto per gli elettori, secondo le norme precedentemente riportate. L’autocertificazione deve essere presentata esclusivamente al personale di biglietteria. La dichiarazione può anche essere sottoscritta dall’interessato e presentata da persona incaricata, insieme ad una fotocopia non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore. In ogni caso, l’autocertificazione può essere prodotta solo per il viaggio di andata. Per il viaggio di ritorno l’elettore deve esibire, oltre ai biglietti di viaggio, la tessera elettorale regolarmente vidimata o, in mancanza, un’apposita dichiarazione rilasciata dal presidente del seggio elettorale che attesti l’avvenuta votazione.

Agevolazioni Elezioni 2013 per chi viaggia in Aereo

Le agevolazioni per chi ha deciso di andare a votare in aereo, saranno validi dal 18 febbraio al 4 marzo prossimo, saranno pari al 40%. Lo sconto del 40% è valido per un tetto massimo di 40 euro sui biglietti di andata e ritorno, per cui si evince che in realtà lo sconto sarà inferiore a quello dichiarato da Alitalia.

Sono in 25000 a non poter votare in Italia quest’anno. Infatti gli studenti Erasmus all’ estero a causa di un gap normativo non avranno la possibilità di tornare in Italia. Il caso è scoppiato negli scorsi giorni e ha fatto molto clamore. Perché la normativa in corso prevede che, per votare dall’estero, i cittadini italiani debbano iscriversi all’Aire (Associazione italiani all’estero). Ma tra i criteri per potersi iscrivere c’è quello di permanere fuori dall’Italia per oltre 12 mesi. In quest’ultimo caso, Alitalia prevede uno sconto sui biglietti che saranno messi per gli studenti erasmus ad un prezzo particolare, a partire da 49 euro sola andata e 99 andata e ritorno.

Agevolazioni Elezioni 2013 per chi viaggia in Autostrada

L’ Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade ha fatto sapere che il pedaggio di tutti i caselli autostradali sarà gratuito (con esclusione delle autostrade controllate con sistema di esenzione di tipo aperto), sia all’andata che al ritorno, per i soli elettori residenti all’estero. Gli in tal caso, dovranno esibire presso il casello autostradale la tessera elettorale o la  cartolina di iscrizione elettorale o la dichiarazione dell’Autorità consolare, con la quale si evince che ci si si reca in Italia per esercitare il diritto di voto. Anche in questo caso non dimentichiamo un documento di riconoscimento. Al ritorno inoltre si dovrà esibire:  passaporto o equipollente, tessera elettorale con ovviamente il bollo della sezione presso la quale si è epresso il voto.

Agevolazioni Elezioni 2013 per chi viaggia via Mare

Anche per chi viaggia via mare, (sia elettori residenti in italia sia elettori residenti all’estero) sono previste delle agevolazioni.
E’ prevista una riduzione del 60% rispetto al prezzo ordinario del biglietto. E’ necessario esibire documentazione elettorale e  documento di riconoscimento. Al ritorno inoltre si dovrà esibire oltre al documento di riconoscimento, tessera elettorale con ovviamente il bollo della sezione presso la quale si è epresso il voto.
Auguriamo un buon viaggio a tutti gli elettori ‘fuori sede’. Sperando che il nostro voto serva al nostro futuro.
Google+
© Riproduzione Riservata