• Google+
  • Commenta
11 febbraio 2013

Arredare casa studenti: come fare in fai da te, consigli e idee

Arredare casa Studenti
Arredare casa Studenti

Arredare casa Studenti

Vorreste sentirvi a casa anche quando vivete fuori per motivi di studio, ma non sapete come arredare casa studenti?

Siete stanchi delle solite topaie, delle tetre e informali camere da letto che vi affittano? 

Rallegratevi perché qui troverete ciò che fa al caso vostro, consigli e idee per arredare casa studenti e la vostra stanza per conferirle un tocco di personalità!

E’ proprio l’ambiente che ci circonda a dire molto su di noi, sulla nostra persona e sui nostri gusti ed è su questi ultimi che ci soffermeremo perché come recitava un vecchio proverbio latino: “De gustibus non est disputandum”.

Quindi il primo passo per arredare la arredare la vostra casa studenti dopo aver trovato un appaartamento che vi soddisfi anche in termini di fitto.

Sarà quello di scegliere un tema o un colore, magari il vostro preferito e in base a questo vi orienterete per creare un ambiente armonioso.

  • Colore per arredare casa studenti: Se per esempio il vostro colore preferito è il viola, potete arredare la vostra stanza acquistando tappezzeria e biancheria per il letto in tinta. E’ consigliato scegliere sempre un colore che non stoni con i mobili e le pareti.
  • Stile per arredare casa studenti: Oltre il colore potete anzi dovete, scegliere lo stile che volete dare alla stanza perché sarà il vostro bigliettino da visita. Detto ciò è necessario precisare che la ciliegina sulla torta per una camera originale e ben arredata, è proprio la tappezzeria, la crème de la crème.
  • Tappezzeria per arredare casa studenti: Volete nascondere un pavimento antico o borioso appartenuto ai tempi di nostra nonna? Cosa c’è di meglio di un grande tappeto che conferisce alla stanza un aspetto più moderno e giovanile. Quella vecchia finestra, cadente, proprio non vi piace e per non parlare del fatto che filtra aria da tutte le parti. Perché non correre ai ripari con una bella e lunga tenda in tinta con il tappeto, acquistata al mercatino dell’usato?
  • Arredo: Le mensole vi mettono tristezza? Non è un problema! Recuperate dal vostro cassetto tutti quei vecchi suppellettili, finiti nel dimenticatoio e dopo una bella spolverata, utilizzateli per ornare le vostre mensoline. Non sbaglierete un colpo, in fondo sono proprio i dettagli che fanno la differenza! Ma se pensate. erroneamente di spendere una fortuna, ancora non avete fatto un giro all’Ikea, il paradiso dell’arredamento low cost, dove potete reperire oggetti di prima necessità a prezzi molto accessibili: lampadari, porta-televisori, tappezzeria di ogni genere, perciò prima di uscire di casa fate una bella lista di quello che vi occorre, onde evitare di lasciarsi tentare dalle meraviglie del centro commerciale. La cosa fondamentale che dovete tenere a mente è lo spazio, dato che solitamente le camere per studenti non sono molto grandi. Quindi affinché possiate recuperare un po’ di spazio, vi conviene acquistare degli accessori che vi consentano di tenere in ordine il vostro guardaroba, come cestini per i vestiti da lavare o portascarpe estensibili, da appendere nell’armadio o da tenere sotto il letto.

Vediamo in dettaglio come arredare casa studenti, acquistando oggetti per la vostra camera risparmiando e spendendo meno di 100,00 euro:

  • Paralume da Ikea: 5,00 euro
  • Tappeto: 20,00 euro
  • Tende: 10,00 euro
  • Stampa da parete: 1,00 euro
  • Pouf camera da letto: 20,00 euro
  • Ballerina portagioielli: 5,00 euro
  • Portascarpe: 8,00 euro
  • Cestino per vestiti: 10,00 euro

Ora la parola a Denise Bruni, studentessa fuori sede di Scienze Politiche che potrà darci qualche consiglio su come arredare casa studenti, spendendo poco senza rinunciare ad idee originali.

Da quanti anni sei una studentessa fuori sede?” Un anno e mezzo”

Come ti sei trovata a vivere lontana dalla tua famiglia?Sentivi la mancanza degli ambienti a te più familiari? “Abbastanza bene, ovviamente a volte capita di avvertire la malinconia degli affetti che hai lasciato e delle piccole comodità della tua casa natale  ma ritengo che affrontare nuove realtà e nuove sfide sia indispensabile per la crescita personale.

Hai una stanza singola o in condivisione con un’altra studentessa? “In condivisione con un’altra studentessa”.

Ti va di parlarci della tua esperienza da studentessa fuori sede, di come sei riuscita ad arredare la tua camera ? E quanto ti è costato tutto ciò? La convivenza non è facile, soprattutto in ambienti piccoli come le case che affittano agli studenti fuori sede, ma rispettando reciprocamente gli spazi, si può rendere più accogliente e familiare una stanza che prima appare buia e grigia.Certo con tutte le spese che uno studente fuori sede si trova ad affrontare bisogna tenere occhio il portafoglio ma aggirandosi per i mercatini della capitale si possono trovare oggetti originali a basso prezzo.L’arredamento del resto rispecchia le caratteristiche della persona che vi vive; Cosi data la mia passione per la recitazione e per i viaggi ho tappezzato le pareti con  stampe che ritraggono le grandi icone del passato o i luoghi dove sono stata e che vorrei visitare.Ho arredato il mobilio con  gadget  e acquistato accessori di varia utilità  che spesso mancano e permettano di risparmiare spazio.

Che cosa vorresti dire e suggerire a tutti quei ragazzi che sono studenti fuori sede per arredare casa studenti? Io consiglio  loro innanzitutto di andare avanti e non mollare e  se inizialmente  ritrovarsi in una città sconosciuta, può risultare difficile, ricreare un ambiente confortevole che ci rappresenti e che possa essere la base per scrivere le nuove pagine della nostra vita.

Google+
© Riproduzione Riservata