• Google+
  • Commenta
6 Ottobre 2018

Come diventare agente immobiliare di successo: requisiti e patentino

Come diventare agente immobiliare di successo
Come diventare agente immobiliare di successo

Come diventare agente immobiliare di successo

Ecco come diventare agente immobiliare oggi: dai requisiti alle qualifiche professionali, percorso di formazione, figura professionale e patentino per il lavoro in agenzia.

Sono sempre di più i giovani che vogliono fare gli agenti immobiliari: ma come funziona, quanto guadagna un agente che vende case e proprietà immobiliari, quali sono le provvigioni e come si calcolano?

Come trovare clienti e come diventare agente immobiliare anche solo come venditore freelance?

Chiariamo subito che rispetto al passato questa figura si è professionalizzata e fare l’agente immobiliare oggi richiede requisiti specifici, un corso ed un patentino.

Molte qualità possono essere acquisite col tempo e l’esperienza, ma la preparazione è necessaria per risolvere problemi ed imprevisti.

Per essere un agente immobiliare di successo bisogna amare il lavoro a contatto con il pubblico, avere una buona resistenza allo stress ed avere una forte passione per la mediazione.

Ma come diventare agente immobiliare, quali caratteristiche morali e personali avere?  Ecco i requisiti:

  • Avere la residenza italiana;
  • Godere dei diritti civili;
  • Risiedere nella provincia della Camera di Commercio in cui avverrà l’iscrizione;
  • Essere in possesso di un diploma di maturità;
  • Essere incensurato, soprattutto rispetto alle  pubbliche amministrazioni, all’economia pubblica, l’industria e il commercio;
  • Non avere coinvolgimenti con la mafia;
  • Non essere assoggettato a sanzioni amministrative accessorie di cui all’art. 5 legge 507/1999.

Come diventare agente immobiliare con o senza diploma, laurea o titoli: requisiti, corso e patentino

Abbiamo scoperto quali requisiti personali e morali bisogna avere per diventare agente immobiliare, ma quali percorsi affrontare e quali titoli bisogna avere per poter esercitare? 

È necessario avere il diploma di maturità, frequentare un corso di formazione e superare un esame camerale in mediazione, scegliere il ramo e sostenere l’esame nell’ambito specifico. L’esame si svolge in due modi, scritto ed orale e le modalità di svolgimento sono indicate nel DM. 300 del 21/02/1990.

Per poter sostenere la prova scritta bisogna studiare e rispondere a domande su materie giuridiche e tecniche. Dopo aver superato la prova scritta si può sostenere anche l’esame orale. Questa procedura è utilizzata per l’iscrizione alla sezione agenti immobiliari e mandatari a titolo oneroso nel campo immobiliare, mentre per l’iscrizione alla sezione agenti merceologici ed agenti in servizi vari, è prevista una sola prova scritta ed una prova orale. In alternativa, con la legge 57/2001 è possibile fare un periodo di pratica di un minimo di 12 mesi con l’obbligo di frequenza di un corso professionale.

Il corso è necessario per poter sostenere l’esame finale alla camera di commercio ed ottenere il patentino di agente immobiliare. Dopo aver superato l’esame, le persone che vogliono esercitare la professione possono farlo su tutto il territorio nazionale.

L’attività di mediazione immobiliare però è soggetta anche al rispetto di diverse regole. Vediamo quali: 

  • La mediazione è incompatibile con qualsiasi impiego pubblico a meno che non si opti per un rapporto di lavoro part-time al 50%;
  • Qualsiasi impiego privato in genere è incompatibile con l’attività;
  • Non è possibile svolgere impieghi come lavoratore autonomo o imprenditore.

Quanto guadagna un agente immobiliare e quando conviene

La figura del venditore immobiliare segue tutto il processo di compravendita e/o di affitto di una casa o di un appartamento. Il suo compito è complesso e faticoso perché deve essere in grado di aiutare e guidare il cliente nelle scelte. Deve trovare l’immobile, proporlo al cliente e mediare tra il venditore, il futuro acquirente e la banca. Curare la parte burocratica della vendita. Deve anche saper leggere i contratti di locazione e conoscere ogni possibilità di movimento economico o contrattuale.

Una volata che avete capito come diventare agente immobiliare, passiamo a scoprire quanto guadagna?

Il compenso di un agente immobiliare può variare, può essere uno stipendio fisso o con provvigioni sulla vendita. Cambia inoltre a seconda delle vendite effettuate, del ruolo ricoperto e della fama dell’agenzia.

Un agente immobiliare esperto guadagna a percentuale, mentre un dipendente alla prime esperienze riceve dei rimborsi spese che vanno dai 400 ai 700 euro. La percentuale che riceve esperto sulla vendita di un immobile va dall’1 al 3% del valore della transazione. Se riesce a chiudere una vendita di 200 mila euro ad esempio, potrebbe guadagnare dai 2.000 ai 6.000 euro.

Solo dopo una lunga esperienza nel settore si può sperare di guadagnare con le provvigioni. Purtroppo non riceverà mai un compenso fisso ogni mese. Essendo un’attività che molto spesso viene svolta come libero professionisti anche per aziende conosciute come Tecnocasa, il successo dipenderà molto dalle capacità dell’agente. Grazie alla passione alla sua capacità di vendere e alla preparazione, i risultati arriveranno.

Google+
© Riproduzione Riservata