• Google+
  • Commenta
20 dicembre 2013

Università di Venezia: Fondi FSE per la ricerca,1.3 milioni ad Unive

Università di VENEZIA – Sono 35 i progetti dell’Università di Venezia finanziati dal Fondo Sociale Europeo attraverso la Regione, 43 gli assegni di ricerca.

Fondi fse per la ricerca, 1,3 milioni all’Università di Venezia. Finanziato il 70% dei progetti presentati. Performance migliorata rispetto allo scorso anno e rispetto agli altri atenei  

La Regione Veneto ha reso noti sul proprio sito (Regione Veneto) la lista dei progetti per assegni di ricerca finanziati dalla Regione Veneto all’interno del programma FSE.

L’Università di Venezia ha visto finanziati 35 dei progetti presentati, per un totale di  €  1 milione 328 mila euro su un finanziamento complessivo di 6 milioni di euro. Di questi 35 progetti (per 43 assegni di ricerca), 32 sono relativi ad assegni individuali e 3 sono progetti interateneo. 11 sono stati i progetti giudicati ammissibili, ma non finanziati.

Oltre ad aver ulteriormente migliorato rispetto agli anni scorsi sulla percentuale del finanziamento ottenuto (quasi il 70% del finanziamento richiesto è stato accordato, migliore perfomance rispetto ai 4 atenei del Veneto), l’Università di Venezia si è distinta anche per la percentuale di progetti considerati ammissibili (quasi un en-plein, infatti solo un progetto non è stato ammesso).

Questi assegni di ricerca hanno come caratteristica peculiare la forte interazione tra Università e Aziende del territorio veneto, con l’obiettivo di accrescere l’occupabilità di figure professionali di alta qualificazione e di potenziare nei singoli contesti aziendali l’investimento in innovazione e ricerca applicata.
Altra caratteristica distintiva dei progetti scelti è un forte accento sulla sostenibilità: si va da progetti nel settore della chimica verde (solventi green per l’industria del cuoio e ricoprimenti protettivi), alla carta patinata biodegradabile, ai materiali innovativi per celle fotovoltaiche a studi per la riduzione del consumo energetico alla valutazione della sostenibilità dei centri urbani.

Non mancano progetti nell’ambito economico sull’innovazione di prodotto,  sulle industrie creative, sul turismo e nell’ambito dei beni culturali sulla digitalizzazione di documenti.

Google+
© Riproduzione Riservata