• Google+
  • Commenta
29 settembre 2014

7PQ MeMeMe: Uniurb, Sindrome Metabolica, Dieta Mediterranea, Metformina

7PQ MeMeMe

Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” – La prevenzione delle malattie croniche: il progetto Ideas 7PQ MeMeMe (Sindrome Metabolica, Dieta Mediterranea, Metformina)

7PQ MeMeMe

7PQ MeMeMe

7PQ MeMeMe a Uniurb

Franco Berrino, Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano martedì 30 Aula Magna Rettorato ore 11,00

Franco Berrino del Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano sarà domani (martedì 30 settembre 2014 alle ore11) nell’Aula Magna del Rettorato (via Saffi 2) per tenere un seminario dal titolo:

La prevenzione delle malattie croniche: il progetto Ideas 7PQ MeMeMe (Sindrome Metabolica, Dieta Mediterranea, Metformina) nell’ambito del Dottorato di Ricerca in: “Scienze della Vita, Salute, Biotecnologie”

Autore di centinaia di pubblicazioni scientifiche, Berrino è stato uno dei pochi ricercatori italiani chiamati a collaborare al Food, nutrition, physical activity and the prevention of cancer, pubblicato nel 2007 dal World Cancer Research Fund. Gli studi e progetti particolarmente significativi sono quello italiano per lo sviluppo dei registri tumori e quelli europei sulla sopravvivenza dei malati neoplastici nei diversi paesi (progetto EUROCARE) e sulla prevenzione del cancro al seno e delle sue recidive (progetto DIANA), frutto della collaborazione tra l’Istituto Nazionale dei Tumori e l’Istituto Europeo di Oncologia di Milano.

Attualmente è coordinatore internazionale del progetto “Sindrome Metabolica, Dieta Mediterranea, Metformina MeMeMe nell’ambito della call “Ideas” del 7PQ. Collabora dal 2009 con il gruppo di ricerca del Prof. Vilberto Stocchi e del Prof. Giorgio Brandi nell’ambito di un progetto di ricerca finalizzata per la prevenzione delle recidive del carcinoma mammario attraverso stili di vita salutari dal titolo: “Breast Cancer and IGF-1 Isoforms”.

Franco Berrino è un convinto assertore dell’utilità di una dieta “corretta” per evitare l’insorgere del cancro, tesi spesso illustrata nei suoi libri e nei suoi frequenti articoli sui principali quotidiani italiani. Il suo contributo potrà essere di grande interesse sia per la formazione dei nostri studenti / dottorandi sia per l’avanzamento della ricerca nella prevenzione e trattamento delle malattie croniche moderne.

Google+
© Riproduzione Riservata