Come scrivere in grassetto su Facebook nei post: novità

Antonietta Amato 1 Aprile 2016

Dopo l'ultimo aggiornamento di WhatsApp e del testo in grassetto, corsivo e sottolineato, vogliamo ricordare come scrivere in grassetto su Facebook nei post: ecco le novità.

Come scrivere in grassetto su Facebook? Questa è una delle novità che il social network mette a disposizione degli utenti che utilizzano un sistema Android.

Il social network tende ad aggiornarsi spesso, e il nuovo aggiornamento ci porta alla versione beta del Play Store, quindi applicabile per il momento solo su sistemi Android, ma che nei prossimi tempi sarà diffuso anche su tutti i sistemi .

Come previsto qualche tempo fa, la versione Beta test permetterà di scrivere in grassetto su Facebook, e di poter aggiornare il social network con le ultime novità e modifiche che rivoluzioneranno il mondo delle app.

Si potrà anche utilizzare l’app Free Bold di Facebook, e solo con questa app sarà possibile utilizzare lo stile sottolineato nei post e nelle note di Facebook

Questa novità diventa l’occasione di potersi divertire in chat usando stili di scrittura diversi, ossia il grassetto e il sottolineato.

Come scrivere in grassetto su Facebook  e con lo stile sottolineato e corsivo: le novità dei post

Per poter utilizzare la tecnica della formattazione “scrivere in grassetto” il primo passo da eseguire è quello di andare a posizionarsi nella chat dei messaggi di Facebook. Quindi scegliamo l’amico con cui chhattare, cliccando sul nome del contatto. Il messaggio potrà essere inviato anche se il contatto risulta essere off line. Questo perché grazie alle notifiche di lettura quando l’utente visualizzerà il messaggio uscirà la scritta “visualizzato alle” in cui comparirà l’ora della visualizzazione effettiva del messaggio.

Terminata la scelta dell’amico a cui inviare il messaggio, potremo scrivere in grassetto utilizzando l’apposita procedura. Ma come scrivere in grassetto su Facebook? I trucchi utilizzati per poter scrivere in grassetto e con formattazione sottolineata appariranno molto semplici nell’utilizzo e potranno essere facilmente adoperabili da qualsiasi utente che abbia un sistema Android su cui interagire.

Basta utilizzare un asterisco (*) prima e dopo la parola, il carattere o il testo da inviare in chat. Per avere un effetto con il grassetto, ad esempio con la parola *Facebook*, basta inserire gli asterischi all’inizio e alla fine della parola. Questa verrà poi automaticamente trasformata all’invio del messaggio in chat con la parola Facebook. Mentre per uno stile un po’ più particolare, come ad esemio lo stile sottolineato, potremo utilizzare dei trattini bassi chiamati underscore e avremo l’efffetto sottolineato desiderato, Ovviamente anche in questo caso, potremo decidere di utilizzare questo stile di formattazione per una parola, un carattere o l’intero testo del messaggio che invieremo in chat di Facebook.

iPhone e Android: come scrivere in grassetto su Facebook

Al momento gli unici a poter utilizzare questo nuovo stile introdotto dall’ultimo aggiornamento di Facebook sono gli utenti Android. L’applicazione potrà essere, inoltre, utilizzata solo da coloro che precedentemente avranno scaricato la versione Beta tester, che permetterà l’aggiunta di nuovi aggiornamenti e nuove applicazioni.

Scrittura su Facebook

Scrittura su Facebook

Se questo passaggio non è stato eseguito, non sarà possibile scrivere in grassetto e nemmeno nello stile sottolineato.

Al contrario l’iPhone utilizza lo stile grassetto già da un po’ di tempo, e via via è andato migliorando. Infatti se prima ci si chiedeva come scrivere in grassetto tra le varie impostazioni disponibili, con il nuovo aggiornamento IOS 9 basta attivare Grassetto Testo, ossia andare alle impostazioni del sistema, selezionare lo schermo e la luminosità, trovare l’opzione Testo in grassetto detto anche Bold Text , impostarlo su on  e quindi attivarlo e riavviare l’ iPhone.

© Riproduzione Riservata
avatar Antonietta Amato Studentessa alla facoltà di Economia, è entrata nel mondo del giornalismo giovanissima. Ha partecipato in qualità di direttrice ad un progetto che prevedeva la diffusione locale di un giornale prodotto completamente da ragazzi, i cui proventi sono stati devoluti interamente all’Unicef . Animata anche dalla passione per la scrittura, si è diplomata con una buona media al liceo classico, si è iscritta alla facoltà di economia e gestisce un’attività commerciale, ma continua a coltivare il sogno di poter lavorare un giorno in un’azienda che faccia dell’informazione apartitica la sua capacità distintiva. Il suo compito a Controcampus prevede la risoluzione di tutte le questioni relative alla organizzazione amministrativa, gestione utenze presso la testata: sarà ben disponibile a dare ai nostri collaboratori tutte le relative informazioni. Leggi tutto