• Google+
  • Commenta
14 Ottobre 2018

Come diventare broker assicurativo: requisiti e quanto guadagna

Come diventare broker assicurativo
Come diventare broker assicurativo

Come diventare broker assicurativo

Ecco come diventare broker assicurativo: requisiti morali e professionali, esame di broker assicurativo, quanto guadagna e come aprire una società di brokeraggio.

Chi è il broker assicurativo, cosa fa, quanto guadagna, come lavora, perché scegliere un broker assicurativo ed ancora come aprire una società di brokeraggio assicurativo? Queste le domande a cui risponderemo oggi per chi vuole fare questo lavoro.

La consulenza assicurativa del broker è diversa da quella del broker finanziario. Vendere servizi, sapere come presentare un prodotto, conoscere gli strumenti di copertura del rischio e saper fare la giusta analisi di mercato online ed offline è fondamentale per questo professionista. Le aziende che assumono un broker cercano idee imprenditoriali di successo, innovative e vincenti in Italia ed un miglioramento continuo soprattutto in termini economici.

Questo intermediario propone nuove e vantaggiose soluzioni assicurative per i propri clienti.

L’azienda invece che sceglie di affidarsi ad un broker assicurativo potrà svolgere il suo lavoro, con le sue risorse interne in maniera serena e proficua. In Italia questa figura è in crescita. Mentre negli anni ’60 la figura del broker era fortemente legata al mondo delle aziende, oggi molto spesso anche i privati chiedono assistenza e moltissimi giovani, all’inizio della propria carriera professionale si chiedono come diventare broker assicurativo.

Il broker si occupa di:

  • analizzare le esigenze del cliente;
  • analizzare il mercato  soprattutto in termini economici;
  • individuare i rischi ed offrire idee imprenditoriali innovative e vincenti;
  • gestire i contratti con le compagnie assicurative;
  • assistenza alla liquidazione dei danni.

Come diventare broker assicurativo: come si fa, requisiti, competenze e come funziona l’esame

Abbiamo visto come lavora e di cosa si occupa, ma come diventare broker assicurativo oggi? Quali requisiti bisogna possedere?

Il lavoro del broker richiede diverse competenze. Le più importanti sono: avere forti capacità organizzative, spirito d’iniziativa ed una buona predisposizione al rapporto con gli altri. Inoltre fondamentale è la conoscenza dei prodotti assicurativi ed il grado di rischio.

Ma quali requisiti morali e professionali deve avere? 

  • onorabilità;
  • responsabilità professionale;
  • non essere vincolato a nessuna compagnia assicurativa;
  • fare da garante a qualunque tipo di danno causato al cliente.

Inoltre, per poter essere a tutti gli effetti un professionista nel settore assicurativo, bisogna essere iscritti al Registro Unico degli Intermediari dell’IVASS, l’istituto per la vigilanza sulle assicurazioni.

Superato l’esame il broker dovrà stipulare obbligatoriamente una polizza di assicurazione per la “responsabilità civile professionale” (art. 11 del Regolamento ISVAP 5/2006). Questa polizza viene effettuata per far fronte ai possibili danni che il professionista per disattenzione può compiere sia nei confronti del cliente che nei confronti dei propri collaboratori. Se il broker assicurativo non stipula questa polizza risulterà come “non operativo”. Inoltre il futuro intermediario dovrà costituire obbligatoriamente anche un “Fondo di Garanzia” presso la CONSAP, la concessionaria di servizi assicurativi pubblici. Questo fondo servirà da garanzia per le imprese assicuratrici ed agli assicurati in caso di danno da parte del professionista.

Quanto guadagna un broker assicurativo: stipendio e provvigioni

Un broker assicurativo, come gli altri intermediari assicurativi, finanziari o immobiliari, percepisce il suo guadagno a provvigione. Generalmente su ogni polizza venduta il broker percepisce il 20% del valore totale. Per questa figura in particolare non è previsto un guadagno diverso da quello a provvigione, quindi più clienti riesce ad avere e più il margine di guadagno cresce. Non potendo lavorare stabilmente presso un’agenzia assicurativa o compagnia assicurativa baserà la sua carriera esclusivamente sulle sue capacità professionali e relazionali.

Ancora non è possibile oggi aprire una società di brokeraggio assicurativo. Con l’iscrizione al registro degli intermediari è possibile aprire un’agenzia di assicurazione, ma come abbiamo visto nell’articolo sull’agente assicurativo le mansioni svolte da questo intermediario sono molto diverse da quelle di un broker.

La figura del broker è molto complessa. Per questo libero professionista conoscere il cliente e raccogliere le informazioni utili diventa fondamentale. Grazie ad una relazione professionale di fiducia il cliente si sente al sicuro da tutti i rischi possibili ed il professionista preparato.

Google+
© Riproduzione Riservata