Formazione professionale per la ricerca del lavoro tra master e corsi

Annamaria Aufierio 29 Novembre 2018

Ecco quanto è importante la formazione professionale per la ricerca del lavoro, come scegliere la giusta formazione tra master e corsi e quali sono i percorsi formativi giusti.

Oggi è risaputo che oltre ad una buona formazione scolastica di base o universitaria, occorre avere un buon percorso post formativo, ma come scegliere il percorso formativo giusto?

La ricerca del lavoro diventa sempre più difficile, soprattutto quando non si è in possesso di competenze specifiche. Queste possono essere conseguite attraverso un titolo di studio, oppure dall’esperienza maturata negli anni o dalla formazione professionale. Nel caso dei titoli di studio, spesso accade che a questi seguano fasi di tirocinio e stage. Questo consente infatti di migliorare costantemente e la natura del lavoro spesso impone corsi di aggiornamento costanti.

Ma a chi è rivolta la formazione? Dai lavoratori agli studenti, dai liberi professionisti ai dipendenti, la formazione è un ambito che riguarda qualsiasi tipologia di soggetto in questione. Gli studenti per conseguire titoli utili per la ricerca del lavoro. I lavoratori per accrescere le competenze in determinati settori. I liberi professionisti per essere sempre aggiornati su tutte le novità del loro ambito lavorativo.

Sono diversi gli enti privati, specializzati nell’erogazione di corsi di formazione, a titolo di esempio  ICOTEA, Istituto Ministeriale accreditato al MIUR e presso diversi ministeri. Da più di vent’anni l’Istituto fonda tutte le sue attività sulle esigenze e richieste dei propri corsisti. 

A cosa serve la formazione professionale e cosa consentono di acquisire i percorsi formativi

La formazione e il perfezionamento, soprattutto con l’avvento delle nuove tecnologie, sono elementi fondamentali perché consentono al soggetto di acquisire le skills necessarie per essere sempre aggiornato.

La formazione professionale in Italia può essere erogata dalle regioni e dagli enti privati. Le regioni organizzano corsi riconosciuti che consentono di ottenere punteggio ed esperienza per acquisire conoscenza professionali. Lo stesso accade con gli enti privati, che erogano varie tipologie di corsi utili per formare chi decide di accedere.

Ma quali sono i corsi che consentono di acquisire formazione? Master, Corsi di Laurea, Corsi di Alta Formazione, Corsi di Perfezionamento, Certificazioni Linguistiche , Corsi di italiano sono solo alcuni dei percorsi che vengono proposti. Ma come scegliere un giusto master o corso di formazione?

Percorsi che consentono di acquisire conoscenze e competenze in svariati settori.

Chi può erogare questi percorsi formativi oltre alle università

I percorsi possono essere erogati dalle università e dagli enti pubblici e privati. In quest’urltimo caso, è importante non sbagliare la scelta.

Tra gli Enti che erogano Master, è opportuno scegliere queilli non solo giusti, ma anche accreditati dal MIUR, dal Ministero della Giustizia, dal Ministero dello Sviluppo Economico,  dal Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti allo svolgimento di corsi di formazione professionale ai sensi del D.M. 198/91 art. 7 co° 2.

© Riproduzione Riservata
avatar Annamaria Aufierio Dinamismo e determinazione sono i due aggettivi che mi descrivono meglio. Fin dalla giovane età ho imparato ad osservare con occhi lungimiranti, consapevole che ostacoli e differenze esistono e sono parte integrante del quotidiano, così ho imparato ad affrontare la vita giorno per giorno focalizzandomi sulla crescita personale e professionale. Mi sono sempre affacciata a nuove esperienze con passione e voglia di fare; soprattutto ho imparato ad essere abbastanza soddisfatta ma non completamente; ciò mi ha portata ad avere la volontà di migliorare e di sviluppare le mie competenze. A 24 anni studio e lavoro nell’ambito della moda e del design, la creatività è parte integrante delle mie giornate, disegno, creo, scrivo; non mi piace identificare la mia professione in un’unica parola, poiché la capacità della mente di elaborare e creare è sopraffina ma sopratutto senza barriere, confini o dettami. Ho iniziato a scrivere in età molto giovane, dapprima quest’attività rappresentava per me una valvola di sfogo fino a trasformarsi in un’estensione della fantasia nella realtà, quasi un luogo sacro dove rifugiarmi. Oggi per me la scrittura è diventata testimonianza, ricordo, corrispondenza; ammiro la capacità di far vivere luoghi e fatti accaduti attraverso l’espressione del pensiero. Coltivo questa passione, e nono solo, giorno per giorno, leggendo e documentandomi, poiché ritengo che la cultura sia l’insieme di conoscenze che concorrono a formare la personalità ed affinare le capacità di ogni individuo. Leggi tutto