• Google+
  • Commenta
18 Marzo 2019

Origini della festa del papà e breve storia: perché il 19 marzo

Origini della festa del papà e breve storia
Origini della festa del papà e breve storia

Origini della festa del papà e breve storia

Ecco quali sono le origini della festa del papà: riassunto e breve storia per capire il vero significato di questa festa e perché si festeggia il 19 marzo giorno di San Giuseppe.

Il Santo nella tradizione popolare oltre a proteggere i poveri, gli orfani e le ragazze nubili, in virtù della sua professione, è anche il protettore dei falegnami di tutto il mondo.

San Giuseppe è però spesso una festa che divide i papà.

Papa Giovanni Paolo II in merito a questa celebrazione dichiarò: i padri, proprio “come lo sposo di Maria, siano uomini di robusta fede interiore, per adempiere in modo esemplare la loro missione nella famiglia e nella società”.

Le origini della festa del papà sono antichissime: nei paesi di tradizione cattolica, come l’Italia, si festeggia il 19 marzo, il giorno della ricorrenza di San Giuseppe, il padre putativo di Gesù.

La figura di San Giuseppe è festeggiata dalla Chiesa Cattolica sin dal XV secolo. Una storia antica, dunque, che però solo di recente ha cominciato a legarsi al ruolo genitoriale dei papà.

Negli Stati Uniti d’America, ad esempio, questa festività è stata ufficializzata solo a partire dal 1966.

Quali sono le origini della festa del papà: storia e significato nel mondo di questa giornata

Le origini della festa del papà risalgono al 5 luglio 1908 a Fairmont, presso la chiesa metodista locale. Fu la signora Sonora Smart Dodd la prima persona a sollecitare l’ufficializzazione della festa; senza essere a conoscenza dei festeggiamenti di Fairmont. Ispirata dal sermone ascoltato in chiesa durante la festa della mamma del 1909, la signora Dodd organizzò la festa per la prima volta il 19 giugno del 1910 a Spokane.

La festa fu organizzata proprio nel mese di giugno perché in tale mese cadeva il compleanno del padre, veterano della guerra di secessione americana.

Se in Italia abbiamo una data fissa per celebrare questa festa, così non in alcuni paesi del mondo. Infatti, mentre nei paesi di tradizione cattolica, le origini della festa del papà si riconoscono nel legame con San Giuseppe, negli altri paesi non è così:

  • Corea del Sud, la Festa del Papà e la Festa della Mamma si festeggiano lo stesso giorno, l’8 Maggio (data in cui in Italia e in molti altri Paesi si festeggia, secondo la tradizione, la festa della mamma);
  • Inghilterra, si celebra una sorta di San Valentino dei padri i quali vengono festeggiati con fiori, dolci e cioccolatini;
  • Francia, i piccoli regalano una rosa rossa ai loro papà e una rosa bianca a quelli che purtroppo non ci sono più;
  • America del Sud si accendono falò nelle città e si sfidano i papà a superarli con un salto;

In alcuni Paesi i padri sono ricordati come i difensori della patria: è il caso della Russia, dove il 23 febbraio si celebra il ruolo nazionale dei papà, con la festa dei difensori della patria.

Perché le origini della festa del papà sono legate al 19 marzo

Il 19 marzo, come detto, coincide nei paesi di tradizione cattolica, con la festività religiosa di San Giuseppe, convenzionalmente padre di Gesù Cristo.

Il 19 marzo, data scelta dai paesi cattolici, coincide con la fine dell’inverno, che avviene due giorni dopo. Così, alla festa di San Giuseppe si sovrappongono riti propiziatori di origine pagana. E’ tradizione, infatti, bruciare i residui dei raccolti invernali sui campi. In molti paesi rurali italiani – in particolare nel sud Italia – si compiono ancora questi riti. Numerose sono le processioni per ricordare il Santo.

La tradizione legata al 19 marzo, invece, vuole che i bambini preparino con le proprie mani un dono,  da offrire al proprio padre usanza è comune a tutti i Paesi in cui si festeggia la festa dei papà.

Google+
© Riproduzione Riservata