• Google+
  • Commenta
18 Luglio 2019

Ezra Pound: storia, mappa concettuale, analisi del testo e frasi

Foto di Ezra Pound
Foto di Ezra Pound

Foto di Ezra Pound

Ecco chi era Ezra Pound: storia della sua vita, trama opere, mappa concettuale e approfondimenti con analisi teorie economiche di Pound e le più belle frasi, citazioni e aforismi.

Poeta, saggista e traduttore statunitense, trascorse la maggior parte della sua vita in Italia.

E’ uno dei protagonisti del modernismo e della poesia di inizio XX secolo, nonché precursore dell’imagismo e del vorticismo.

Il centro sociale neofascista CasaPound prende il nome da lui.

Nel 2011 la figlia Mary ha iniziato una causa per uso improprio del cognome, poiché riteneva lesivo della memoria del padre l’associazione con un gruppo che si è reso responsabile di gravi violenze.

Afferma inoltre che il fascismo del padre era legato a un periodo storico e culturale preciso.

Tuttavia nel 2016 il Tribunale di Roma rigetta la sua richiesta dando ragione a CasaPound.

Ecco degli appunti per capire chi era Ezra Pound, storia e trama della sua vita e delle sue opere, mappa concettuale, approfondimenti con analisi del pensiero economico del poeta e frasi, citazioni e aforismi.

Chi era Ezra Pound: storia, trama e analisi del testo per compiti a scuola – scarica PDF

Ezra Pound è nato 30 ottobre 1885 a Hailey, nell’Idaho, e trascorre la giovinezza in Florida. Studia alla Cheltenham High School, allo Hamilton College di Clinton e all’Università della Pennsylvania a Filadelfia.

Nel 1898 visita per la prima volta l’Europa con una prozia e nel 1908 si trasferisce prima a Gibilterra, poi a Venezia. A settembre dello stesso anno raggiunge Londra, dove resta per 12 anni.

Qui pubblica Personae nel 1909 e Canzoni nel 1910; poi, sotto l’influsso di Ford Madox Ford e T. E. Hulme, inizia ad adottare un linguaggio poetico più moderno, come noteremo in Lustra del 1915. A Londra, inoltre, conosce e stringe amicizia con William Butler Yeats. Durante la guerra trascorre con Yeats alcuni periodi nel casolare Stone Cottage nel Sussex, studiano letteratura giapponese.

Nel 1914 sposa un’artista inglese, Dorothy Shakespear. Negli anni antecedenti la Prima guerra mondiale, è tra i principali promotori dell’imagismo e del vorticismo.

Nel 1920 abbandona Londra per Parigi, dove stringe amicizia con Ernest Hemingway, Pablo Picasso e James Joyce. A Parigi si dedica con grande passione agli studi musicali: scrive il Trattato d’armonia e compone il melodramma Le Testament (eseguito per la prima volta nel 1926). Stanco dell’atmosfera urbana e del freddo nord, nel 1925 si stabilisce definitivamente in Italia,  a Rapallo, una cittadina ligure sul golfo del Tigullio.

Qui resta dal 1925 al 1945, vivendo in una mansarda di un palazzo affacciato sul lungomare. Dal 1930 si interessa sempre più alla politica e all’economia, sostenendo esplicitamente il fascismo e la politica economica di Hitler.A partire dal 1940 inizia a trasmettere, dalle frequenze dell’EIAR e stipendiato dallo Stato Italiano, il programma radio Europe calling, Ezra Pound speaking.

Ezra Pound è morto a Venezia il 1° novembre 1972, il giorno dopo aver compiuto 87 anni.

Le più belle frasi di Pound, citazioni e aforismi famosi da condividere

Ecco una raccolta delle più belle frasi di Ezra Pound, citazioni famosi e aforismi da condividere su Facebook e Twitter.

  • Il genio è la capacità di vedere dieci cose là dove l’uomo comune ne vede solo una, e dove l’uomo di talento ne vede due o tre;
  • Io credo più nelle cose che nelle parole;
  • Eppure sono stato un albero nel bosco | Ed ho compreso molte cose nuove | Che prima erano follia per la mia mente;
  • Tutti i grandi cambiamenti sono semplici;
  • Il segreto dell’insegnamento ha qualcosa a che fare col teatro. Imitate semplicemente il miglior professore che avete conosciuto;
  • Meno sappiamo, più lunghe sono le nostre spiegazioni;
  • Il provincialismo è qualcosa di più dell’ignoranza. È ignoranza più una volontà di uniformità, è una malevolenza latente, spesso una malevolenza attiva, e l’odium teologicum ne è solo un aspetto. È molto insidioso, ed uno raramente può esserne libero, anche tenendo gli occhi aperti.
  • L’apparizione di questi volti nella folla: | Petali su un ramo umido e scuro;
  • Se un uomo non è disponibile a correre qualche rischio per le proprie idee, o le sue idee non valgono nulla o è lui che non vale nulla;
  • La cultura non è mancanza di memoria. La cultura comincia quando si riesce a FARE una cosa senza sforzo;
  • L’incompetenza si manifesta nell’uso di troppe parole;
  • Un’affermazione imperfetta e interrotta, se espressa con sincerità, spesso dice di più a chi la ascolta di quanto non dice l’espressione più meticolosamente accurata;
  • Tanto per cominciare, la Grande Arte non è MAI popolare;
  • Io sono colui che conosce le vie | Del firmamento, e il mio corpo è formato dal vento;
  • Certi libri costituiscono un tesoro, un fondamento; letti una volta, vi serviranno per il resto della vita;
  • Provincialismo: ignoranza dei costumi degli altri e desiderio di controllare le loro azioni.

Mappa concettuale di Ezra Pound per esami a scuola

Mappa concettuale e appunti Ezra Pound

Google+
© Riproduzione Riservata