• Google+
  • Commenta
12 Settembre 2019

Soluzioni test Professioni Sanitarie 2019: domande e risposte prova

Soluzioni test Professioni Sanitarie 2019
Soluzioni test Professioni Sanitarie 2019

Soluzioni test Professioni Sanitarie 2019

Ecco quali sono le soluzioni del test Professioni Sanitarie 2019: domande e risposte della prova d’ingresso e come funziona passarla.

Il Test di Professioni Sanitarie 2019 si è svolto nella stessa data a livello nazionale il giorno 11 settembre 2019 gli studenti, pur concorrendo per gli stessi posti disponibili,  si sono messi alla prova con quesiti diversi.

Se il test non è uguale in tutta Italia, di conseguenza anche la graduatoria non sarà unica nazionale. Ed infatti i bandi da considerare sono due: il bando del Miur Test Professioni Sanitarie 2019 e quello delle università, in cui sono specificati anche le modalità d’iscrizione al test e il funzionamento di graduatorie e scorrimenti.

Invece i posti disponibili sono indicati dal Miur che quest’anno ha stabilito 25.365 per i residenti in Italia e 1.277 per i residenti all’estero.

Nel dettaglio i posti sono così suddivisi: Fisioterapia: 2117; Logopedia: 771; Infermieristica: 15.069; Infermieristica pediatrica: 191; Ostetricia: 831; Ortottica e assistenza oftalmologica: 228. Terapia della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva: 323; Podologia: 120; Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro: 688. Assistenza sanitaria: 327; Igiene dentale: 651; Dietistica: 377; Tecniche audioprotesiche: 315; Tecniche di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare: 194. Ma anche Tecniche di neurofisiopatologia: 128; Tecniche ortopediche: 165; Tecniche di laboratorio biomedico: 780; Tecnica della riabilitazione psichiatrica: 370. E poi Tecnica di radiologia per immagini e radioterapia: 740; Terapia occupazionale: 247; Educazione professionale: 67; Tecniche audiometriche: 51.

I candidati che si sono iscritti alla prova di ammissione sono stati oltre 80 mila. I risultati e la graduatoria con i nomi dei candidati ammessi non sarà pubblicata dal Miur.

Soluzioni test Professioni Sanitarie 2019: quali sono le domande della prova d’ingresso

Sono circa 40 gli atenei statali in cui è stato svolto il test. Nei prossimi giorni si conosceranno ulteriori novità che riguarderanno la graduatoria e l’elenco ammessi a frequentare i corsi di Fisioterapia, Logopedia, Ostetricia  o Dietista. Ma quando esce la graduatoria? Le soluzioni test Professioni Sanitarie saranno pubblicati a partire dalla prossima settimana. Non c’è una data della graduatoria ufficiale, unica per tutte le regioni o città. Lo scorso anno, tra i primi a pubblicare l’elenco degli ammessi a frequentare i corsi c’erano l’Università di Perugia, di Brescia, Genova e Bicocca di Milano. Dopo poche giornate sono stati pubblicati anche i risultati di scienze infermieristiche dell’Università di Roma Tor Vergata, Insubria Varese-Como e l’ateneo Magna Grecia di Catanzaro.

Tra i meno celeri nella correzione della prova ricordiamo l’Università di Cagliari, Bari, Chieti-Pescara e Torino. Ci sono volute quasi tre settimane lo scorso anno per conoscere i nomi dei candidati ammessi a Professioni Sanitarie. Come pure hanno impiegato più tempo nella correzione dei compiti, e Università di Siena, Pavia, Modena, Reggo Emilia e Trieste.

Come conoscere le risposte, prova d’accesso a Professioni Sanitarie

Alcuni atenei, per la formulazione delle domande, si sono affidati al Cineca. Durante gli anni precedenti i candidati che hanno sostenuto il test d’ingresso all’Università degli Studi di Salerno, quella di Napoli Federico II, Messina e Sassari hanno rivisto le domande e le relative risposte direttamente sulla loro area utente. La pubblicazione della graduatoria avviene anche sul sito ufficiale dell’ateneo. In alcuni casi è necessario accedere alla propria area riservata per rispettare la privacy degli studenti. In alcuni casi bisognerà consultare il sito ufficiale del Miur delegato alla gestione dei risultati. Mentre in altri casi, occorrerà seguire le ultime news pubblicate sul sito del proprio ateneo.

Ogni candidato dovrà seguire aggiornamenti indicati sul sito dell’ateneo dove ha svolto la prova. Mentre, se previsto nel bando dell’Università, è possibile prendere visione della prova svolta il accedendo nella propria area riservata sul sito Cineca.

Google+
© Riproduzione Riservata